Refugium peccatorum

venerdì, settembre 30, 2011


Si potrebbe andare in rosticceria a comprare un pollo allo spiedo e saltare rapidamente due patate in padella, per contorno.
O ordinare una pizza, che poi ti arriva gelata, con il fiordilatte rappreso, e intanto la fame se n'è anche andata.
Oppure arrangiarsi con gli avanzi di salumi e formaggi che intristiscono nel frigo, ma per quelli occorre il pane e ti sei dimenticata di comprarlo.
E' che stasera avresti dovuto preparare un piatto un po' elaborato coi gamberi, ma ti è volato il tempo e la voglia, quella, non c'è stata mai.

Quando gli eventi prendono questa piega, e alle sette della sera sei là che ti aggiri tra dispensa e frigorifero con lo smarrimento sul volto, non ti resta che aggrapparti all'ultima risorsa, quella che come la spes è l'ultima dea e non viene meno neanche quando ogni cosa sembra perduta: la pasta.
I gamberi, reduci del piatto che non vedrà mai la luce, sono là. E c'è la zucca, che domenica sei andata al mercato a km zero e guarda che hai trovato: la zucca lunga di Napoli, quella estiva, che è meno dolce ma ha più sapore della tonda e così non hai bisogno di travestirla per mandarla giù. E poi per darle più personalità e contrastare il dolce dei due primi ingredienti hai la ricotta salata. E il peperoncino.
Così nasce questa fettuccina rapida ed efficace.
Intanto, da brava Cicero pro domo sua, vi invito a fare un giro su Gastronomia Mediterranea, se ancora non l'avete fatto, e anche a dirmi cosa ne pensate.
Questa settimana ci trovate:
Edda che parla della cipolla di Montoro;
Fabrizio che intervista Emidio Mansi di Pasta Garofalo in occasione del lancio del bellissimo progetto/sito Gente del Fud;
io che faccio conoscenza con il coniglio da fossa dell'isola d'Ischia, Presidio Slow Food;
Infine domani Maite ci proporrà un insolito parente dello tzatziki a base di carote.

Fettuccine con gamberi e crema di zucca

Per 4 persone:
700-800 g di zucca; se è la lunga di Napoli, meglio
due cucchiai di succo di limone
uno spicchio d'aglio
600 g di gamberi medi
ricotta salata (secca) di bufala o una qualsiasi ricotta da grattugia
menta
peperoncino
sale, pepe, olio
360 g di fettuccine secche all'uovo

Scaldare poco olio in una casseruola, aggiungere la zucca decorticata e tagliata a grossi dadi, rigirarla per qualche minuto a fuoco vivo nell'olio, poi aggiungere acqua sufficiente a coprirla appena, mettere il coperchio e lasciar cuocere finché la zucca non è tenera. Salare. Passare la zucca al mixer con il liquido sufficiente a renderla cremosa, aggiungendo il succo di limone e un pezzetto di ricotta da grattugia, giusto per aumentare la cremosità.
Lavare e sgusciare i gamberi tenendone da parte qualcuno per la decorazione. Saltare per due o tre minuti gli uni e gli altri in una padella in cui si sarà rosolato lo spicchio d'aglio, con un peperoncino, in olio. Salare, pepare. 
Lessare la pasta molto al dente. Scolarla e mantecarla nella padella con i gamberi e un po' della sua acqua di cottura e aggiungere qualche fogliolina di menta spezzettata. Versare sul fondo dei piatti un mestolino di crema di zucca, sovrapporvi la pasta e completare con scaglie di ricotta secca.
Pubblicato da: Giovanna

Potrebbero interessarti anche...

10 commenti

  1. speravo in una foto della zucca!

    :)

    RispondiElimina
  2. che bello questo abbinamento!

    RispondiElimina
  3. Giovanna sei fantastica! Grande ricetta!

    RispondiElimina
  4. @Cibou: se la vedo scatto :)

    @Gaia: grazie!

    @Mafaldina: e tu sei un tesoro :)

    RispondiElimina
  5. La foto parla da sola: una vera bontà questo piatto! Il tocco della ricotta salata mi incuriosisce, da provare!
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  6. Bella, la zucca mi piace in tutti i modi. Secondo te va bene se metto il cacioricotta al posto della ricotta di bufala?

    RispondiElimina
  7. @Rosalba: grazie! Buon fine settimana a te.

    @Savin; il cacioricotta ha un gusto più deciso ed è più salato, ma se usato con moderazione va bene lo stesso.

    RispondiElimina
  8. Ah già ... la voglia. Ultimamente anche io non la trovo. Pensi che Castroni ce l'abbia? :oS
    Baci
    F

    RispondiElimina
  9. "Ecco per te il 2° numero di OPEN KITCHEN MAGAZINE!
    Per sfogliarlo gratis clicca qui:

    http://www.openkitchenmagazine.com/

    Puoi seguirci anche su Facebook cliccando qui:

    http://www.facebook.com/openkitchenmagazine

    Un abbraccio,
    il Team di OPEN KITCHEN MAGAZINE

    ps: ci farebbe molto piacere se potessi condividere il banner del magazine con tutti i tuoi amici! Per farlo basterà andare sul nostro sito, nella sezione "condividi" e prelevare la copertina del magazine; il link diretto è questo:
    http://www.openkitchenmagazine.com/condividi/
    Te ne saremmo davvero grati! ^.^"

    RispondiElimina
  10. @Fabrizio: NO! :D

    @Notedicioccolato: grazie per la segnalazione, però ti dico con molta franchezza che commentare solo per linkare qualcosa di proprio è controproducente, perché è una forma di spam, e contrario alla netiquette.
    Non induce a simpatizzare con ciò che viene linkato.

    RispondiElimina

L’invio facoltativo, esplicito e volontario di commenti ai post comporta l'acquisizione dei dati personali inseriti. L'eventuale richiesta di notifica dei commenti ulteriori al post comporta l'acquisizione dell'indirizzo email di chi effettua la richiesta.
Se NON intendi autorizzare tale acquisizione, non commentare e/o non spuntare la casella "Inviami notifiche".
Per ulteriori informazioni circa l'utilizzo e la conservazione dei dati, consulta la nostra Privacy policy

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001.