Ritorno ai "maccarune"

giovedì, agosto 25, 2011



Non è tempo per esperimenti, per piatti costruiti, per contorsioni mentali sulla cucina. Per me questo è il tempo della semplicità: sono ancora sotto l'influsso della meravigliosa cucina cretese con le sue golose melanzane, le sue erbe aromatiche, profumate da stordire, e ne vedrete gli effetti di qui a poco.
Per ora ricomincio con un piatto di pasta. Cosa c'è di più ordinario e più speciale? Quando sono all'estero mi mancano solo due cose: la pasta, appunto, e i latticini della mia zona. Ma giuro che mentre sono davanti a delle freschissime sardine grigliate, a uno stifado (vedrete, vedrete...), a una taramasalata, a un dakos, la mancanza è tutt'altro che insopportabile.

Fusilli corti con melanzane e crema di provola

Per 4 persone:

320 g di fusilli bucati corti
2 grosse melanzane
una cipolla di Tropea
250 g di provola fresca affumicata
latte
basilico
olio
sale
pepe

In una padella, fate appassire la cipolla affettata finemente in olio abbondante. Quando è morbida e appena colorita, aggiungete le melanzane tagliate a dadini e portatele a cottura senza farle scurire. Completate con basilico spezzettato e pepe di mulinello.
Cuocete la pasta in acqua bollente salata. Scolatela al dente e giratela per qualche istante in padella col condimento e un po' della sua acqua di cottura, a fuoco vivo.
Nel frattempo, tritate molto finemente la provola e scaldatela a bagnomaria con poco latte (due dita in un bicchiere), portandola a circa 50-55°; non di più perché altrimenti si ammasserà. Frullate con il mixer ad immersione.
Disponete un mestolino di crema di provola sul fondo delle scodelle, sovrapponete la pasta. Servite.
Pubblicato da: Giovanna

Potrebbero interessarti anche...

10 commenti

  1. Questi mi piacciono sicuramente, solo devo andare a comprare un pò di provola fresca a napoli, qui a Roma non sanno nemmeno cosa sia...

    RispondiElimina
  2. Mi piace tutto, in particolare il colpo di mixer per omogeneizzare.
    CIAO :)

    RispondiElimina
  3. A giugno ho scoperto la cucina cretese. Mi piacerebbe riproporre alcuni piatti che mi sono piaciuti ma non mi sono ancora lanciata. Aspetto fiduciosa la tua scuola :-)

    RispondiElimina
  4. @Mario Aprea: eh, Mario, lo so. E' molto meno conosciuta della mozzarella, e pensare che in tempi remoti la mozzarella era un sottoprodotto della lavorazione della provola!

    @Corrado: bentrovato! Com'è andata l'estate? Un saluto!

    @Twostella: se vuoi una scuola vera, la fonte più affidabile è il mio amico Jean-Michel di Cucinare Lontano. Lui è un maestro, e nel suo blog ci sono molte ricette cretesi e greche. Baci!

    RispondiElimina
  5. Estate in citta' (poco lavoro, aria condizionata, traffico inesistente, supermercati aperti....), ma a Settembre un bel viaggio in Portogallo :)
    Anche qua la provola fresca affumicata e' sconosciuta :(

    RispondiElimina
  6. Son proprio curiosa di leggere e vedere le tue ricette cretesi... intanto godiamoci la pasta!

    RispondiElimina
  7. mammamia mammamia mammamia che buonaaaaa!!!! :D
    Complimenti!!!!

    RispondiElimina
  8. @Corrado: bellissimo il Portogallo! E mangerai anche molto bene. Buon viaggio!

    @Mafaldina: per combattere la nostalgia, ne preparerò diverse :)

    @Mirty Quibibes: grazie, benvenuta!

    RispondiElimina
  9. mi sembra una ricetta ottima per il ritorno

    RispondiElimina
  10. @Alessia: si fa con poco sforzo, per il ritorno è la prima regola :)

    RispondiElimina

L’invio facoltativo, esplicito e volontario di commenti ai post comporta l'acquisizione dei dati personali inseriti. L'eventuale richiesta di notifica dei commenti ulteriori al post comporta l'acquisizione dell'indirizzo email di chi effettua la richiesta.
Se NON intendi autorizzare tale acquisizione, non commentare e/o non spuntare la casella "Inviami notifiche".
Per ulteriori informazioni circa l'utilizzo e la conservazione dei dati, consulta la nostra Privacy policy

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001.