Three is megl che uàn

lunedì, giugno 28, 2010


Soprattutto se i three sono quelli giusti e si fanno le cose per bene e in allegria.
Ma partiamo dal principio, cioè dalla foto qua sopra: che ci fa Lisa occhieggiante da una cucina a vista che non è quella del Munaciello?
La cucina è quella di questo ristorante, bello, elegante, minimalista ma accogliente:




Il ristorante si chiama "Il meglio di Jo", si trova a Viareggio, e Jo è Gionata Rossi, grande cuoco, persona adorabile, amico generoso.
Il signore che vedete nella foto qui sotto. Ed è lui che ha avuto l'idea di mettere insieme i three (che son megl che uàn): se stesso, Paolo Parisi e la "nostra" Lisa, per una serata in cui il cibo si ispirasse, almeno in parte, all'arte di Maurizio Cattelan, di cui il nostro cuocone è un ammiratore, in occasione della XIV Biennale Internazionale di Scultura di Carrara.
Così, i tre folli, perché simpaticamente folle è ognuno di loro tre, hanno proposto un insolito menù con alcuni azzardi estetici (vedere ad esempio i bignè neri di Lisa) e ne è venuta fuori una cena interessante, spiazzante, notevole.
Potevamo, io e Lydia, socie e complici di Lisa, perderci l'evento? E certo che no, altrimenti perché mai Gionata ci definirebbe "la santissima trinità"? :-))) (Jacopo, tu ci chiami solo totem, non c'è gara, aggiornati).




Il rotolino di alici con zuppetta di pomodoro di Lisa (che non lodo perché se no sembra che ce la cantiamo e ce la suoniamo) e, a seguire, "La morte della seppia" (vi dico: meravigliosa) e "A volte succedAno", di Gionata. Sì, avete letto bene: nomi immaginifici per piatti originali; succedAno gioca sull'ambiguità tra "succedono" e "succedaneo":



Poi è stata la volta di Paolo Parisi (che qui fa da sfondo al pane preparato da Gionata che, a proposito, il pane lo fa davvero bene):




Paolo ha preparato ragù di gallina, gallina affumicata e carne di capra. Eccezionali, la gallina affumicata su tutto.





E poi è arrivato di nuovo il turno di Lisa, che ha concluso con la sua passione, i dolci.



Una bavarese di yogurt e caprino con ciliegie al Pinot Nero, una granita al frutto della passione con meringhette alla fragola, gelatine al latte e gelatine di frutta e i bigné neri con chantilly.





Una gran bella serata, per la quale ringrazio di cuore i tre moschettieri e soprattutto Gionata, ideatore della follia e anfitrione di prim'ordine.
La nostra socia Lydia s'è messa in posa col Parisi, nemmeno a dirlo :-)




Per concludere, una nota personale: questi girasoli mi aspettavano al ristorante. Era il 24 di giugno, mio onomastico, e il consorte, rimasto a Napoli a lavorare, non potendo raggiungermi a Viareggio mi ha fatta raggiungere da questo pensiero solare. Un uomo da sposare, peccato che l'abbia sposato già...



Per inciso, avevo già pranzato da Gionata con Lisa prima di conoscerlo, e entrambe avevamo apprezzato moltissimo la sua cucina curatissima e fantasiosa. Se vi trovate in Versilia, non ve ne dimenticate.

Il meglio di Jo - Via Paolina Bonaparte 215 - 55049 Viareggio - Tel.: 0584 48337
Pubblicato da: Giovanna

Potrebbero interessarti anche...

12 commenti

  1. Che vergogna ho dimenticato il tuo onomastico!!! Bellissimi piatti e Lydia e Lisa sempre più belle, tu dove sei? Dietro la macchina sicuramente, le foto sono una meraviglia. Ti aspetto a settembre, un abbraccio !

    Amarisca

    RispondiElimina
  2. Acc... averlo saputo e aver potuto partecipare...
    Sulla cucina di Lisa non avevo il minimo dubbio :)
    Da Gionata devo proprio andarci.

    RispondiElimina
  3. Certe visione di piatti sono imbarazzanti quasi! sospiro di prima mattina e buondì! bella Lydia!

    nina

    RispondiElimina
  4. Certo che tengo veramente una bella faccia di... scema...
    Però che bella collana

    RispondiElimina
  5. @Annamaria: sono dietro la macchina e con le ganasce in movimento :-) Ci vediamo a settembre, un abbraccio grande a te e a Donato.

    @Corrado: di Lisa non dico niente perché sono in conflitto d'interessi :-) Vai da Gionata, sarà una bella esperienza.

    @Nina: oddìo, l'idea della seppia di prima mattina non è che mi esalti proprio ;-) Sulla bavarese potrei farci un pensierino.

    @Lydia: tu sei fotogenica, ti invidio a bestia!

    RispondiElimina
  6. Sono impressionata dalla bravura, ho l'acquolina e sono anche divertita dalle forme, fantasia, colori. Si sono scatenati e quanto sono bravi! Grazie Giovanna d'avermi dato voglia (non era il caso ;-) e per il titolo carinissimo. Buona settimana!

    RispondiElimina
  7. Tutto buonissimo ! i miei complimenti a Gionata, a Lisa e Paolo. Su tutto "a volte succedAno", la gallina caponata e i bignè neri. Sono stati un successo anche fra i miei compagni a tavola.

    RispondiElimina
  8. Che bel mix di sapori, sorrisi ed emozioni! Io però preferisco più di tutti la bavarese di yogurt ;) Ballissimo blog, ci vediamo prestissimo!

    RispondiElimina
  9. @Edda: sono dei diavoli. Mi sono stancata solo a guardarli :-)

    @Erika: grazie da parte dei tre folli.

    @Leo: giro i complimenti agli interessati.

    @Blueberry: grazie per la visita e i complimenti. La bavarese allo yogurt arriverà presto su questi schermi :-)

    RispondiElimina
  10. Ma il mio "totem" è venuto prima del suo "santissima trinità" (che però mi piace e adotterò :-D)
    Fantastica la cena !!!

    RispondiElimina
  11. @Jajo: Hai ragione, diamo a Cesare quel che è di Cesare :-) E poi io sono affezionata al tuo "totem" :-)))

    RispondiElimina

L’invio facoltativo, esplicito e volontario di commenti ai post comporta l'acquisizione dei dati personali inseriti. L'eventuale richiesta di notifica dei commenti ulteriori al post comporta l'acquisizione dell'indirizzo email di chi effettua la richiesta.
Se NON intendi autorizzare tale acquisizione, non commentare e/o non spuntare la casella "Inviami notifiche".
Per ulteriori informazioni circa l'utilizzo e la conservazione dei dati, consulta la nostra Privacy policy

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001.