* Dolci *

Scopiazzando a man salva

lunedì, novembre 25, 2013



La foto non fa fare salti di gioia e me ne scuso. Le condizioni di luce erano piuttosto imbarazzanti e la mia mano di fotografa non fa che peggiorare.
Il soffiato di nocciole, però, un tortino che ho copiato pari pari da una ricetta di Paolo Barrale,  sormontato in questo caso da una spuma di ricotta che, invece, ho copiato pari pari da una ricetta di Andrea Aprea (con la sola aggiunta di pochissimo zucchero che non c'era) con qualche scorzetta di arancia semicandita e il loro sciroppo, e un filo di caramello, è migliore della foto :).
A voi. Una volta tanto senza sermoni.

* Campania * Vergogne *

Facciamoci domande, diamoci risposte

lunedì, novembre 18, 2013


Trasmissioni televisive di inchiesta, o sedicenti tali. Giornali. Radio. Persino pubblicità che non esito a definire ripugnanti. Tutti i media, accompagnati in schiera dagli opinionisti da bar che si trovano sui social, non parlano d'altro che della Campania, dei suoi prodotti, dell'inquinamento, della cosiddetta "terra dei fuochi"; naturalmente ne parlano elevando alti lai, facendo solidarietà pelosa che in concreto è terrorismo vero e proprio e sta producendo danni incalcolabili all'economia sana di un'intera regione.
Piace.
Sì, piace sparacchiare a caso ancora una volta su questo sud che ha i suoi problemi, ma ha anche tanto di bello, sano (lo ripeto: SANO), valido e in fioritura.

* Cucina toscana * Primi piatti * Sughi *

Siate rigorosi

giovedì, ottobre 31, 2013



Siate rigorosi, dico, perché questa è la ricetta del sugo toscano della nonna di Lisa. Non chiamatelo ragù che si arrabbia. Non confondetelo con quello bolognese perché si arrabbia ancora di più. E dato che devo sorbirmela io, al suo peggio, vi prego di astenervi, con tutto il cuore.
Per parte mia posso dirvi che me l'ha cucinato qualche giorno fa ed era squisito. Sarà stato anche merito del Poggiale, mostratosi in tutto il suo splendore grazia a una bella, luminosa giornata, ma tant'è.
Secondo me è stato soprattutto merito di Lisa :):

* Non-food *

C'era una volta e ancora c'è

martedì, ottobre 22, 2013


C'era una volta, e ancora c'è, la mia amica/socia Lisa, che forse socia lo è poco, adesso, ma amica sempre, e latita da questo blog perché lavora, lavora, lavora e in più poco produttiva in termini bloggeschi lo è stata sempre.
Dove lavora oggi Lisa? In questo posticino che vedete nelle foto, che con un incipit da favola ci sta a meraviglia. 
Si chiama Il Poggiale, è nel Chianti.

* Antipasti * Contorni * Cucina greca *

Mediterraneo fuori stagione o quasi

lunedì, ottobre 14, 2013


Miei cari tutti (pochi), chiedo perdono strisciando per il fatto che, ad autunno praticamente cominciato, condivido una ricetta (e ricetta è parola grossa) decisamente estiva.
Questo è un periodo molto complicato, ma non intendo affliggervi con le mie difficoltà bensì spiegare le ragioni di questa scelta: la ricetta era in calendario dalla fine di agosto ma solo adesso riesco ad inserirla. 
Mi auguro fortemente di riprendere il controllo di questo blog, anche perché vorrebbe dire che la situazione, che tende al brutto stabile, avrebbe subito un netto miglioramento.
Siamo sempre nella serie mediterranea. Stavolta in Grecia.

* Pasta * Pesce * Primi piatti *

La dignità dell'opinione

venerdì, settembre 27, 2013



Io la pasta di quelsignorellà che crede che le donne siano nobilitate dal passare lo straccio e gli omosessuali "infastidiscano" (?) non l'ho mai comprata, perciò non ho nulla da boicottare. Quel signore, dico, che parla di "famiglia tradizionale", concetto che farebbe bene ad esplicitare, dal momento che di tradizione in giro ne vedo poca, tra separazioni, divorzi, famiglie allargate eccetera eccetera; perciò se lui vuole ridurre il suo target allo schema madre accudente + padre lavorante + bimbi garruli e felici credo che andrà fallito. 
Non l'ho comprata mai, perché la ritengo un prodotto di bassa qualità. Come tutto il cascame di merendine-pani-dolcetti che le va dietro. E, da mangiamaccheroni per origini geografiche e natura quale sono, ritengo la pasta cosa troppo seria per mangiarne una cattiva.

* Contorni * Verdure *

Mediterraneo: di melanzane (e, en passant, di sciemi)

lunedì, settembre 09, 2013


Tempo fa ho letto, su un blog comico/brillante in semidialetto napoletano, un post dal titolo "Le 10 cose da mangiare e bere rovinate dai sciemi".
Quest'estate sono stata per qualche giorno a Parigi, confrontandomi con la città agostana che non vedevo da 30 anni tondi: a Parigi vado ogni tanto ma sempre in autunno o in primavera. Ebbene, in più di un'occasione quel titolo e quel post mi sono tornati prepotentemente alla memoria e ho dovuto parafrasarli appiccicandoli a questa o quella situazione, in una complessiva e snobistica sensazione di "Parigi rovinata dai sciemi".

* Primi piatti * Verdure * Zuppe *

Mediterraneo: rosso e fresco

martedì, settembre 03, 2013


Mi piace ricominciare il cammino mediterraneo con una foto e un piatto solari.
Siamo sempre dalle parti della semplicità, e semplicità e pulizia sono ciò di cui sento il bisogno alla fine di un'estate di assurdi, di pantomime pubbliche, di disprezzo per la legalità, per il buon senso delle persone o almeno di alcune, di venti di guerra, di violenze, di sporcizia morale.
La mia, di estate, l'ho vissuta cercando di dimenticare ciò che accadeva intorno. Riuscendoci un po' sì e un po' no, ma il mio scarso amore per la bella stagione non ha aiutato nell'opera di rimozione.

* Non-food *

Mediterraneo va in vacanza

martedì, luglio 30, 2013


E' ora di prendere qualche giorno di pausa dal blog e anche da Mediterraneo, che però non finisce qui.
Altri piatti arriveranno dal Marocco, dalla Turchia, dal Portogallo, dalla Grecia e da ogni paese che si affaccia sul nostro mare. Ma arriveranno a settembre :).
Per il momento, per ricordarvi che al di là degli ultimi post qui il Mediterraneo impera sempre e comunque, vi rammento che ci sono, sparse, altre ricette che ne sono l'espressione. Eccone qualcuna.

* Cucina algerina * Piatti unici *

Mediterraneo: mhadjeb

mercoledì, luglio 24, 2013


Vengono dall'Algeria, ma sono presenti anche nelle cucine di altri paesi nordafricani, e mi hanno incuriosita perché si cuociono sulla piastra.
Possono avere diversi ripieni. Il più comune è con la carne tritata e variamente speziata, oppure quello vegetariano, uguale a quello che vi propongo ma senza il tonno e con in più i peperoni.
Mi sono piaciuti molto e penso che si prestino a tante belle variazioni. Perciò, amici, vi presento il (la? lo? gli? le?) mhadjeb.

* Pesce * Piatti unici * Secondi *

Mediterraneo: il polpo/2

mercoledì, luglio 17, 2013


Il polpo torna, ma stavolta è un senzapatria.
Per meglio dire, attinge a diverse patrie, è frutto di esperienze greche, spagnole e italiche, di ricordi assortiti messi insieme in una ricetta semplice semplice utile per variare un po' sul tema insalata-di-polpo, più mediterraneo che mai.
La prossima volta si passa all'Algeria, senza polpo :). Stay tuned.

* Cucina libanese * Pesce * Secondi *

Mediterraneo: il polpo/1

martedì, luglio 09, 2013


Poche cose sono più mediterranee ed estive del polpo. Perciò, in questa serie irregolare e stramba di ricette dedicate ai paesi del bacino del Mediterraneo, il polpo avrà ben due presenze.
Ecco la prima.
La ricetta proviene da un apprezzato libro di cucina libanese. L'ho realizzata con alcune minime modifiche (perplessa per la presenza di salsa di pesce Thai, per esempio) e non ne conosco il nome originale perché nel libro è scritto in arabo. Intendo proprio in caratteri arabi, non in trascrizione fonetica. A nessuno si può chiedere l'impossibile :).

* Carne * Cucina greca * Secondi *

Mediterraneo

martedì, luglio 02, 2013



Ho detto spesso di sentirmi molto europea e molto poco italiana. Qualche volta di essere parzialmente austro-ungarica nell'animo.
Però c'è un'altra porzione di identità che affiora spesso, per svelarmi che l'amore della mia vita è il Mediterraneo, come luogo geografico, come concetto, come idea. Mediterraneo di storia e di paesaggi, di isole e di sale, di profumi e di sapori. La Spagna, il Portogallo (che è più atlantico che mediterraneo, ma mediterraneo anche, non c'è dubbio), la Francia del sud, il Marocco, le coste africane, il Medio Oriente, la Turchia e la Grecia. La Grecia, soprattutto. E' un'idea romantica, il Mediterraneo, che fa più forte e concreto il suo richiamo man mano che l'Europa mi tradisce.

* Antipasti * Carne * Secondi *

A occhio e croce

venerdì, giugno 14, 2013


Niko Romito è esageratamente bravo.
Una delle caratteristiche che fanno di lui un grande chef è la capacità di ottenere risultati splendidi con apparente semplicità.
Questa carne, perfetta per l'estate, me l'ha passata Lydia dopo essere stata a un suo corso sul risotto. Che c'entra il risotto con questa carne marinata? Niente! Solo che, avendolo assaggiato in loco, la mia amica si è fatta sganciare la ricetta. 

* Fritture * Lievitati * Piatti unici *

L'anti-gambo di sedano

mercoledì, giugno 05, 2013


A chi se ne sta a rosicchiare gambi di sedano accompagnandoli con damigiane di tè verde in vista della prova costume (che se sento nominare ancora una volta in tivvù mi attacco al barattolo della sugna e me lo finisco a cucchiaiate) dico di girare al largo. Questa non è roba per lui e comunque i rosicchiatori di gambi di sedano a me paiono tristi e non credo che abbiamo molto da dirci.
Questa è la pizza fritta, o il calzone (perché di pizze fritte ce ne sono anche di tonde e non piegate a mezzaluna), e non è fatta per la signorine esili né per chi sospira guardandosi allo specchio perché se si piega su se stesso a 180° scopre un rotolino che si forma sul pancino. E' per golosi, goderecci, amanti della vita e della bontà, che sanno gustarsi un'insalata se ottima e condita con un signor olio ma non si privano a meno che non ne vada della loro salute.

* Antipasti * Pesce *

Sfondando porte aperte

martedì, maggio 21, 2013


Sono una grande fan del gusto affumicato. Da quando ho saputo che il tè nero affumicato (come il Lapsang Souchong) può essere utile ad ottenerlo, ne ho fatto provvista e non perdo occasione per usarlo. 
Il viaggio dell'estate scorsa in Finlandia è stato occasione per il felicissimo incontro con i gamberetti affumicati, mangiati in un ristorante di Oulu e trovati deliziosi; perciò mi sono data al gusto nordico: prima ho cotto con i vapori del tè del salmone, poi i gamberetti, accompagnandoli con della panna acida autoprodotta.
Qui perciò una vera ricetta non c'è: solo un metodo, che conosce chiunque, ma io ve lo dico lo stesso, sfondando una porta aperta in perfetto stile cialtronesco.

* Dolci * Dolci al cucchiaio *

Prima che sia estate

martedì, maggio 14, 2013


So che è impopolare, ma io l'estate la detesto. Ovvio che amo andare in vacanza, godermi il rarissimo tempo libero di mio marito; mi piace anche il mare e persino il sole, ma quello di primavera, che non brucia e non offende, che ti toglie di dosso i fastidi dell'inverno, magari accompagnato da una brezza gentile.
Poi arriva l'estate e il sole diventa un nemico. Vado riparandomi sotto balconi e all'ombra di muri, mi impiastriccio di tonnellate di creme protettive, sono costretta dalla sofferenza a esporre parti del corpo che preferirei nascondere ad occhi giudicanti, giaccio per ore su una sedia agitando ventagli e mi ritrovo priva della voglia di fare qualsiasi cosa. Senza forze. Senza volontà. Senza.

* Insalate * Pesce * Piatti unici *

Benedetta primavera

lunedì, aprile 29, 2013


Prima che sia tardi, mi è venuta voglia di inseguire questa primavera che sta già diventando estate, pur tra qualche isterico piovasco.
L'ho inseguita in modo azzardato, volendo metterla tutta dentro un piatto solo, e fatalisticamente affidandomi alla buona sorte. Me ne sono trovata contenta.
Questo connubio strano di stagione è stato gradito in famiglia. Ci ho messo questo e quell'altro, come a volte faccio, e non pretendo che nessuno mi segua sulla via dell'improvvisazione selvaggia. Ma, qualora ne aveste voglia, ecco cosa ho fatto. O combinato, se vi sembra più appropriato.

* Non-food * Vergogne *

Dalla parte del torto

lunedì, aprile 22, 2013


 Foto di Tano D'Amico

Oggi si cita.
Mi piacerebbe riuscire ad essere arguta e spiritosa, oggi, ma da qualche giorno la cosa più arguta che mi esce di bocca è un'imprecazione. Ripiego perciò su parole altrui, parole che in un modo o nell'altro tornano utili per ritrovare se stessi, riconoscersi, raccontarsi a sé per tornare a capirsi, confessando malumore e dolori.
Da ragazza degli anni '70 quale più volte ho detto di essere, vivo un momento di disillusione e profondo senso di tradimento di tutto ciò in cui ho creduto e in cui ho sperato.

* Cucina napoletana * Primi piatti * Verdure *

Onora il pane e il pomodoro

martedì, aprile 16, 2013


Adesso ridete pure. Me lo merito.
Una che pretende di avere un blog di cucina certe cose dovrebbe lasciarle in un ripostiglio, privato e nascosto, ed evitare di renderle pubbliche come fossero capolavori di alta cucina.
Qui siamo dalle parti della merenda del contadino. E a nulla varrebbe spiegare che l'intenzione era proprio quella, che qualcuno più autorevole di me fa un piatto simile e che il solo pensiero mi fa venire l'acquolina. A nulla varrebbe appellarmi a Raffaele Vitale, chef e patron di Casa del Nonno 13 nonché di 13 Salumeria e Cucina.

* Antipasti * Pesce * Verdure *

Il regresso

lunedì, aprile 08, 2013


Ho mangiato piselli surgelati per anni.
Il surgelato, per noi nati negli anni '60, era il nuovo. Eh, quanti dolori di pancia mi dà oggi questa espressione, "il nuovo", appiccicata ovunque a mo' di complimento e spesso celante il nulla. Più che qualcosa di promettente, qualcosa di com-promettente.
Il nuovo, dicevo. I surgelati piovvero sulla nostra tavola di bambini come la biblica manna. Al contempo arrivarono i freezer, in sostituzione delle inefficaci ghiacciaie, e il gioco fu fatto.  
Credo che fosse già archiviata l'epoca di mia nonna cuciniera e fossimo entrati nell'era di mia madre, all'epoca brava e attenta, ma sempre esaltata dalle novità. Un po' troppo.
E, giunto che fu il surgelato, crollarono alcune barriere, con fracasso che nemmeno il muro di Berlino: quella delle stagioni, per esempio, e quella della schiavitù dello sgusciare, sbaccellare, sgranare o come più vi piace dire.

* Carne * Pasta * Primi piatti *

L'Io egemone

mercoledì, marzo 27, 2013



A tratti si pensa di essersi rimbambiti, e che la senilità avanzi a passo di carica malgrado l'odierna tendenza a dirsi ragazzi a qualsiasi età e a non crescere se non è strettamente indispensabile. Il rimbambimento/senilità si manifesta, ad esempio, nel ritrovarsi ad agire e pensare secondo schemi risalenti all'adolescenza o alla prima gioventù, come se gli anni fossero trascorsi invano; ma invano non è stato, dal momento che ci si rende conto che fino a qualche tempo fa si agiva e si pensava in modo più adulto e che solo oggi, solo adesso, si è tornati all'antico, quasi che da un certo momento della vita in poi non si potesse che riscoprirsi uguali a quelli che fummo. Insomma, non si dice che i vecchi sono come i bambini? E dunque, prima di tornare bambini forse si passa per tornar trentenni, ventenni, quindicenni.

* Lievitati * Pane *

La condanna dei panini

giovedì, marzo 21, 2013




Questa e' una ricetta che mi è particolarmente cara: crema a parte, è l'unica ricetta che so a memoria e dal 2006 ho perso il conto delle volte che l'ho preparata. La prima volta che ho fatto questi panini ero su Messenger con l'autrice Rossana; sembra ieri e sono passati già 7 anni! 
Per farvela breve sono diventati la mia condanna perché sono i panini preferiti di Edoardo.
In pratica ne faccio un numero spropositato e poi congelo le scorte, fino al prossimo grido "Mamma, i  panini stanno finendooooo!"
Perché non gli ho dato il panbauletto? Perché? 

* Eventi *

Tast-ando

martedì, marzo 12, 2013


E' scivolato via un compleanno: cinque anni di blog, pochi giorni fa. Nel frattempo trotterellavo per i corridoi della stazione Leopolda di Firenze tra gli stand del Taste 2013. Terzo anno che lo visito, restando in tema di ricorrenze e numeri.
Al Taste vado sempre con piacere, perché è un luogo di scoperte, un luogo per assaggiare e conoscere e anche portare con sé. Materialmente. Molte altre manifestazioni non offrono la stessa possibilità, in alcune si espone senza far assaggiare, in altre si espone ma non si può comprare.

* Primi piatti * Zuppe *

Il difetto

martedì, febbraio 26, 2013

 

Questa zuppa ha un difetto. Ve lo dico subito.
Poi non prendetevela con me se la fate e lo riscontrate. Io vi ho avvisati. Dopo vi svelo anche qual è il difetto, naturalmente.
D'altronde, chi o cosa non ne ha? Siamo tutti, più o meno, difettosi. E' solo una questione di gradazione e sopportabilità (da parte del prossimo) dei nostri difetti.
Per esempio, ho amiche difettosissime con cui mi trovo bene perché "difettiamo" in modi simili :-).
Che sia il caso o il destino, chiamatelo come volete, in questi giorni il tema del difetto è perfetto.

* Eventi *

Confermarsi nella propria Identità

lunedì, febbraio 18, 2013



Si sa come vanno certe cose. 
Quando cominci a presenziare agli eventi enogastronomici, così come avviene nel momento in cui entri in qualsiasi altro mondo che hai prima guardato solo dalla distanza, tutto ti appare esaltante, tutto ti stupisce e ogni cosa è circonfusa da un alone di magia e incanto. Sei un po' bambina, sgrani gli occhi ogni minuto, ti appassioni a tutto.
Col tempo, poi, una parte dell'incanto si perde e soprattutto cominci ad avere preferenze e a fare distinzioni. Allora sai che quel tale e quel tal altro non li andrai a sentire perché non condividi il loro approccio e il loro stile, che quell'altro ancora ti farebbe addirittura innervosire e che invece Caio e Sempronio è sempre un piacere ascoltarli e vederli all'opera, mentre Tizio, che non hai incrociato mai, merita che tu gli dedichi del tempo perché sei curiosa.

Vuoi che muoro???

martedì, febbraio 12, 2013



Avrei voluto rispondere così quando, la scorsa settimana, mi è stato chiesto di fare una ricetta con latte di riso e margarina; ma come, proprio a me? Che in una zangola ci dormirei pure! A me che ho detto sì al colesterolo? Sì, proprio a me.
Quindi per la par condicio (ora va di moda) non c'è nulla di meglio di una burrosissima e soffice brioche con crème fraîche, magari con una bella tazza di caffè.
E se l'Omino di burro busserà alla vostra porta promettendovi la restituzione dell'IMU non credetegli... in realtà è fatto di margarina ;).

* Antipasti * Uova *

Ab ovo

martedì, febbraio 05, 2013


Cominciamo da un uovo.
Ri-cominciamo da un uovo.
Non si pubblicano ricette, qui, dai tempi di Matusalemme, o, per dirla con un'espressione più mia (leggi partenopea), dai tempi di Pappagone.
Perciò va bene anche un uovo, una cosa elementare, persino primordiale, per ricordarci che in cucina tutto merita, anche le piccolezze.
Se scegliete un uovo a codice zero, meglio.
La portata? Un antipasto, forse. Io me lo sono preparato per cena, poi un po' di verdura. Finita là.

* Non-food (o quasi) *

Illuminarsi

lunedì, gennaio 21, 2013


"The universe has a way of course correcting". La citazione, tutt'altro che colta, viene dritta dritta da Lost, che ha ispirato, come alcuni sanno, il nome di questo blog. L'universo trova il modo per correggere la rotta, ma ne trova di ben strani.
I recenti avvenimenti, vale a dire il post precedente di questo blog, quello di Sara ed altre discussioni e digressioni più o meno amene e più o meno attinenti, hanno provocato come conseguenza una riflessione. Più d'una, a dire il vero. E crediamo di poter dire che queste riflessioni sono state la risposta ai dubbi espressi qualche giorno fa.

* Non-food *

Chiedersi a cosa vale

lunedì, gennaio 14, 2013


Considero questo blog una casa in cui mi sono ambientata, ma a volte portarlo avanti è faticoso. Psicologicamente, soprattutto. Mi rendo conto che, negli anni, il web è cambiato e lo è anche qualcosa in me.
Ho fatto passare parecchi giorni dal mio ultimo post, non per caso. Diciamo che ho voluto fare un esperimento. Notando che non arrivava alcun commento, ho voluto dare tempo al tempo. Ma nessun commento è arrivato se non un invito a visitare un certo sito.
Il post privo di commenti riguardava un giovane di talento che lavora (benissimo) in un piccolo ristorante in una località minuscola, bella e difficile. Qualcosa che mi sta a cuore, come sempre mi sta a cuore chi fa le cose con grande cura e passione battendosi contro le difficoltà. Sembra che nessuno sia stato minimamente tentato di annotare nome e indirizzo o di fare un complimento non certo a me, ma a lui.

* Campania * Ristoranti *

Finire bene (e iniziare meglio)

mercoledì, gennaio 02, 2013



Cose che non ho detto del 2012: ho fatto delle belle scoperte.  Con qualche suggerimento da parte degli amici, ho trovato alcuni posticini che vale la pena di frequentare e che, soprattutto, si possono frequentare, appunto, senza dover dichiarare fallimento.
E' interessante che da qualche tempo la separazione tra ristoranti "alti", caratterizzati dalla cucina curata, moderna e creativa e dai prezzi "pesanti", e ristoranti medi o bassi, tradizionali, rustici e dai prezzi accessibili, vada sfumando con l'apparizione di locali in cui la creatività si accorda con il territorio, la modernità con la tradizione, la tecnica con prezzi abbordabili. Cucina di ricerca e di stile non per pochissimi, in altre parole, come quella di Mirko Balzano, ad esempio, ma anche di Paolo Barrale al Marennà (forse il mio ristorante campano preferito, in assoluto).

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001.