* Carne * Secondi *

A ciascuno la sua (polpetta)

giovedì, giugno 28, 2012



Non mi risparmiate lo sbeffeggiamento, me lo merito.
"Ma come? Pubblichi ricette di dolci lunghe quanto la barba di Matusalemme e poi le polpette? E che, per fare le polpette abbiamo bisogno di te? Ci manca solo che ti metta a pubblicare gli spaghetti al burro, la fettina in padella e il purè di patate, poi siamo al completo".
Io però ci ho pensato, prima di capitolare alla polpetta. Che, peraltro, è una di quelle cose che mi piacciono da morire ma restano in secondo piano. Nel senso che se mi si chiede cosa ho voglia di mangiare, non mi viene certo spontaneo rispondere "Polpette!", ma se me le trovo davanti, le polpette, ne faccio strage.

* Dolci *

Empirismi

venerdì, giugno 22, 2012



Con la matematica non sono mai andata d'accordo. Detestavo studiarla, pur essendo figlia e sorella di due persone che con i numeri sono sempre andate a nozze. Un padre che era un virtuoso dei calcoli "a mente", istantanei, per quanto complessi fossero, e un fratello che ha imparato prima a sommare, dividere, moltiplicare che a leggere (salvo che i numeri), spontaneamente, divertendosi a farlo con le targhe delle auto.
Non è che non fossi brava nel calcolo: è che odiavo applicarmi allo studio della matematica. Perciò, superata la fase addizione-sottrazione-moltiplicazione-divisione e, al massimo, radice quadrata, quando si è trattato di assimilare delle regole e agire in base a quelle ho deciso che mi stufava.

* Non-food *

Io canto quando posso, come posso, quando ne ho voglia senza applausi o fischi...

martedì, giugno 19, 2012


La citazione da "L'avvelenata" di Francesco Guccini è tutt'altro che casuale.
C'è stato un tempo in cui dominava l'entusiasmo, quello per la condivisione spontanea di ricette, consigli, trucchi.
Era un tempo forse naif, ma schietto. Il rapporto con altre persone, nel web, dotate della stessa passione, portava a scoperte e a crescita, a imparare, ad affinarsi.
Quel tempo sembra finito. E non da oggi. Il commercio ha sostituito lo slancio, l'interesse economico la spontaneità.
Lo spirito e il senso dei blog culinari si sono trasformati, e la fiducia, che dovrebbe essere alla base del rapporto tra bloggers e lettori, ne risente.
Ma si è trasformato anche lo spirito del web gastronomico in generale.

* Stuzzichini *

Home (fast) food

martedì, giugno 12, 2012



Siete ufficialmente autorizzati a cancellarmi dall'elenco dei blog che seguite.
Di ragioni ne avete almeno due, alle quali non posso controbattere con alcuna argomentazione degna di attenzione.
1 - Sono molto poco attiva, molto poco presente e mi prendo delle lunghissime pause.
2 - Pubblico ricette, come questa, da fast food.

* Amici * Eventi *

Festa a Vico 3, o la perdita dell'innocenza

giovedì, giugno 07, 2012


La prima volta fu nel 2010. C'era un entusiasmo che si percepiva fin nei respiri. Eravamo in tre: Lisa, Lydia, io, eccitate come ragazzini alla prima gita scolastica. E tutto ci parve bellissimo. Molti piatti buonissimi. Vabbe', quelli lo erano davvero. Ancora mi ricordo della brioche del Marennà, del gambero rosso di Uliassi (il mio cuoco della vita, non c'è gara), della frittatina di Raffaele Vitale (lui, come dice Lydia, è un pezzo del mio cuore), dei dolci dei ragazzi della Dolceria Antico Portico di Amalfi... Un'esperienza aspettata per anni e goduta fino in fondo.

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001.