lunedì 24 settembre 2012

E' ancora tempo di peperoni (e di un contest "buono" è sempre tempo)



Si sono accumulate cose, in questi giorni di assenza.
Una, in particolare:  ProgettoMondo Mlal, una Ong che si occupa di cooperazione allo sviluppo, ha dato vita alla campagna  "IO NON MANGIO DA SOLO", che fin dal nome mi sembra ideale da condividere in blog che si occupano di cibo.
Per saperne di più, andate su Gastronomia Mediterranea. Per dare il vostro contributo, partecipate al contest indetto da Virginia. Non vi costerà nulla, basterà condividere una ricetta a base di pane (non una ricetta DI pane, ma una ricetta CON IL pane).
Una volta tanto, ciò che è buono sarà buono in tutti i sensi. Vi aspettiamo.


Intanto, in attesa di dare anch'io un contributo, ecco una ricetta che non ha niente a che vedere con il contest, ma è da afferrare prima che sia tardi, dal momento che tra un po' i peperoni potremo solo sognarceli.
Ricetta di Giuseppe Daddio, il cui libro, "Ricett'iss", ho più volte saccheggiato. Con soddisfazione.
Stavolta avrei potuto fare meglio: gli strati di bavaresi diverse mi sono venuti sbilenchi, ma pazienza :-)

Bavarese di peperoni e caciocavallo
Per 6 piccole bavaresi:

Bavarese di peperoni gialli:
250 g di peperoni gialli arrostiti
1 spicchio d'aglio
250 g di panna fresca
7 g di gelatina in fogli
olio
sale
pepe

Bavarese di peperoni rossi:
stesse dosi della bavarese precedente

Bavarese di caciocavallo:
150 g di caciocavallo
150 g di panna fresca
20 g di tuorli
3 g di gelatina in fogli
sale
pepe

Per la bavarese di peperoni gialli, spellare i peperoni dopo averli arrostiti, tagliarli a striscioline e saltarli in padella con uno spicchio d'aglio e olio. Salare.
Frullarli e aggiugere alla crema di peperoni così ottenuta 250 g di panna e 7 g di gelatina precedentemente ammorbidita in acqua fredda e quindi sciolta in un pentolino.
In anelli d'acciaio del diametro di 5 cm, rivestiti di acetato, versare la bavarese. Riporre in freezer fino a rassodamento.
Preparare la bavarese di peperoni rossi nello stesso modo e versarla negli anelli sopra la bavarese di peperoni rossi già rassodata. Riporre di nuovo in freezer.
Preparare infine la bavarese di caciocavallo, portando ad 85° la panna con il tuorlo d'uovo, unendo quindi il caciocavallo grattugiato, fuori dal fuoco, e i 3 g di gelatina (ammorbidita in acqua fredda, quindi sciolta), amalgamando bene, e regolando di sale e pepe.
Versare questa terza bavarese sulle prime due già rassodate e riporre di nuovo in freezer per accelerare il rassodamento.
Naturalmente occorre passare le bavaresi dal freezer al frigo qualche ora prima del consumo: converrà rimuovere gli anelli d'acciaio e l'acetato quando sono ancora congelate e disporle già sui piattini di servizio. 
Io ho aggiunto un po' di timo fresco al composto di peperoni.



3 commenti:

  1. una ricetta gustosa e che bella la presentazione!
    buona settimana

    RispondiElimina
  2. Ah perchè gli strati di bavarese non erano previsti così, perfettamente inclinati di 45 gradi??? Nèèè...

    RispondiElimina
  3. This looks wonderful, a perfect starter!

    RispondiElimina