martedì 20 dicembre 2011

Il menù della Vigilia di GM


Se avete fede, mercoledì o giovedì arriva una ricetta di qualche dolcetto regalabile per Natale. Sperando che siate ancora in tempo, ma la ricetta è rapida ed efficace.
Nel frattempo, può darsi che siate là che vagate nella nebbia del vuoto mentale riguardo alla cena della Vigilia. O che vi siate stufati di preparare un menù sempre uguale dai secoli dei secoli, come fa mia madre regolarmente dopo avermi importunata per mesi perché le dia idee che poi non usa o per sottopormi ricette imbarazzanti viste in TV.
In tal caso, ma anche solo per l'avvenire, cliccate qui e scaricate il PDF con le ricette che Diletta, Edda, Fabrizio, io e Maite (in rigoroso ordine alfabetico) abbiamo pensato per la Vigilia e pubblicato su Gastronomia Mediterranea.  Due antipasti, un primo, un secondo, un dolce assai natalizio. Lydia invece si è occupata della decorazione della tavola.
Se volete prima leggere le singole ricette, ecco dove trovarle:
Capesante affumicate su crema di zucca di Diletta SciefScientifica;
Baccalà al pil-pil e crema di cicerchie di Fabrizio Arteteca'sKitchen;
Zelten di Maite Calycantha.
Le idee di Lydia Tzatziki per la tavola sono invece qui.

Buona lettura e felice esecuzione (io invece vado a fare due spaghetti al burro :)).

9 commenti:

  1. Qui siamo sulla stessa barca che fa acqua dalla televisione...e cioè anche io ogni tanto con mia madre al telefono sono li a capire cosa l'ha tanto stupita in TV da segnarsi la ricetta.
    Che poi a vederla bene la storia è anche diversa nel senso che lei mi racconta la preparazione che ha visto poi quando decide di replicarla (mia madre è davvero brava in cucina altro che io...) la stravolge del tutto facendo una altra cosa però a me propina sempre la versione "originale"...sarà che ha scarsa fiducia nelle mia capacità?! :P ahahahaahaha
    PS
    Avevo già adocchiato il menu...per me alcune cose, son sincero, sono leggermente troppo sofisticate, sono più rozzo dentro a tavola soprattutto nelle feste comandate...ma questa è una mia mancanza che cerco di limare studiandolo ancora più a fondo...:P ehehehehehe
    PS
    Se servissi a mio padre un cappuccino di topinambur o facessi un mutuo per le capesante...sai dove mi farebbe volare! :P ahahhahahaha

    RispondiElimina
  2. Mario,però un bel centrotavola con i popcorn glielo potresti pure fare. Sai come si divertirebbe a tirarteli tutti quanti appresso a fine cena?

    RispondiElimina
  3. @Lydia
    Tu ultimamente se potessi veramente mi prenderesti a schiaffi eh?!...altro che Roberto! ahahahaaha
    PS
    I popcorn non arriverebbero mai sulla corona...e poi le mie mani tremolanti ahahahahaha

    RispondiElimina
  4. Avevo gia' visto e copiato tutte le ricette :)
    Per gli spaghetti al burro (che se il burro e' buono sono una squisitezza) magari una volta prova la variante Corrado: al posto del formaggio grattare fine fine un po' di zenzero.
    Un abbraccio natalizio :))))

    RispondiElimina
  5. @Gambetto: purtroppo mia madre, che cucinava benissimo, da qualche anno si è "seduta", è attratta da ricette-troiaio (scusa l'espressione esplicita) e compra ingredienti-ciofeca.
    Vabbe', se sono sofisticate puoi sempre buttarti sul baccalà :)

    @Lydia: lo faccio io, invece dei popcorn ci metto i sassi e bombardo tutta la famiglia, che è ciò che mi ispiramo le feste :)

    @Corrado: non ti far sentire da Gambetto che ha una questione aperta con lo zenzero :)

    RispondiElimina
  6. Hai capito perchè ho il terrore eventualmente di invitarvi a cena anche se il piacere è più che concreto...avete riferimenti troppo alti per me...in cucina non riuscirei ad avvicinarmici nemmeno se calzassi dei 'zepponi' enormi...:D
    'Alzarsi' in altezza senza essere davvero cresciuti ingannerebbe me, di certo MAI voi e non è quello che voglio...tra l'altro giusto facendo riferimento a quell'appellativo che usavi per la cucina da TV a volte è proprio quello il messaggio sbagliato veicolato e cioè...provano a far diventare tutti cuochi senza la benchè minima riflessione sul fatto che è necessario una certa tecnica di base...e senza che venga considerata mai la minima educazione al gusto.
    Insomma un cappuccino al topinambur per chi cucina con ingredienti quotidiani è un piccolo salto che può e deve essere previsto, se se ne presenta l'occasione, magari non a Natale perchè non lascia scelta agli altri...le capesante non lasciano scelta al portafoglio in verità! :)
    Tutto nasce per una battuta ma in realtà ho messo a nudo le mie mancanze :P
    PS
    Eh no!...adesso qui pure l'effetto confessione...vengo per scherzare e me ne torno sempre menato!! :P ahahahahah
    Per la cena ci posso sempre sperare?...ovviamente pane, pomodori, mozzarella un buon mezzo bicchiere di vino e quattro chiacchiere...a Lydia casomai leviamo da sotto le mani oggetti che potrebbe lanciarmi...:)

    RispondiElimina
  7. Passo per avvertirvi, che la Community di Cucina Italiana ha prodotto un proprio Calendario 2012 in pdf ed un relativo librino pdf legati all'iniziativa di raccolta fondi di Patrizia per i bambini di Rocchetta di Vara alluvionati il 25 ottobre. Sono pronti. Puoi aiutarci a fare il passaparola scrivendo un post e parlandone ai tuoi amici non bloggers?
    Tutti i particolari sono sul mio blog nel post:
    La Community di Cucina Italiana per Rocchetta di Vara

    RispondiElimina
  8. ho dato uno sgurgo oggi in pausa pranzo...siete grandi!
    un abbraccio e tantissimi auguri!

    RispondiElimina
  9. @Gambetto: oh, meno male, la parte della cattiva per una volta la fa Lydia :)

    @Rosy: grazie, appena posso ci guardo.

    @Gio: un abbraccio a te, e tanti auguri, di cuore.

    RispondiElimina