lunedì 26 settembre 2011

L'arte di arrangiarsi


Faccio fatica a riabituarmi ad un ritmo di vita cittadino. Continua a fare caldo, sono rientrata a Napoli da un mese e la mia casa reca ancora le orribili tracce di un ritorno a mo' di carovana di cammellieri: acquisti cretesi ancora impacchettati e sparsi ovunque, valigie non riposte causa riluttanza invincibile a munirmi di scala e salire ai piani alti dell'armadio a muro, teli da mare idem, e per la stessa ragione, tonnellate di bucato che minacciano di denunciarmi per omissione di soccorso, mentre la parte già lavata attende disperata l'arrivo di un improbabile salvatore che le restituisca la dignità con una passata di ferro.
Figuriamoci se, in questa situazione, mi metto a scovare arditi desserts nei libri di cucina.
Il massimo che ho potuto fare è stato non lasciar morire nell'incuria i resti di una splendida ricotta di bufala e due percoche abbandonate, mettendo insieme un gelato che già preparo abitualmente e gli sventurati frutti.
In questo modo. Una collezione di link, più che una ricetta :)

Percoche al passito, gelato di ricotta con limone confit, noci

2 percoche sbucciate e tagliate a fettine
mezzo bicchiere di passito
qualche cucchiaino di zucchero (a vostro gusto)
tre foglioline di menta
due foglie di basilico
i semi raschiati di mezza bacca di vaniglia
gelato di ricotta di bufala  (con la seguente modifica: aggiungere alla miscela due cucchiai di sciroppo dei limoni confit, e, un minuto prima di arrestare la pala della gelatiera, quattro o cinque falde di limone confit tagliate a dadini)
crumble alle noci (preparato utilizzando questa ricetta, in cui sostituirete la farina di mandorle con quella di noci, aggiungendo, in più, qualche pezzetto di noce tritata più grossolanamente)

Far macerare per un paio d'ore le fettine di percoca nel passito, con la menta e il basilico spezzettati e lo zucchero.
Disporre sul fondo di coppette o bicchieri un po' di crumble, sovrapporvi le pesche con un po' del loro liquido, quindi una pallina di gelato.


4 commenti:

  1. Alla faccia dell'arrangiarsi....
    Bello l'accoppiamento percoche-basilico.
    Sento arrivare l'acquolina. Ma come fai? Dove le trovi 'ste idee?

    RispondiElimina
  2. carina la collezione di link :)
    mi sono permesso di mettere il logo di gastronomia mediterranea sul mio blog per pubblicizzarlo, spero non vi dispiaccia

    RispondiElimina
  3. @Corrado: è la disperazione. You know? ;-)

    @Cannella: meno strana di quanto sembri, quando l'assaggi :)

    @Gio: grazie infinite, ci fa piacerissimo.

    RispondiElimina