martedì 17 maggio 2011

Le linguine per Wine & The City


Come vi ho anticipato nello scorso post, questa settimana, a partire da domani, Napoli sarà animata da Wine & The City, la vivace e piacevole manifestazione che avvicina il vino alla gente e permette di divertirsi a saltellare tra una boutique e una mostra, una gioielleria e l'aperitivo in un hotel assaggiando vini senza essere intimiditi, passeggiando e godendosi il bello di Napoli, che esiste ancora, a dispetto del fatto che ormai la città viene citata solo per le sue disfunzioni. 
Per l'occasione, è stata organizzata una staffetta di blogger che in questi giorni pubblicheranno ricette campane o di ispirazione campana alle quali i sommelier dell'AIS abbineranno il vino adatto.
Il calendario della staffetta lo trovate qui. Ieri hanno aperto la staffetta Lydia, Elvira e Caris.


Eccovi la mia ricetta per Wine & The City. Parte da un piatto tradizionale della Costiera Amalfitana, totani e patate, abbinandolo alla pasta e dandogli una spolverata di novità con l'uso dei pomodorini confit e il profumo, intenso, del timo limonato.

Tommaso Luongo, Delegato dell'AIS di Napoli, consiglia di abbinare a questo piatto un Costa d’Amalfi Furore Bianco Fiorduva 2009 Marisa Cuomo.

Linguine con totani, patate e pomodorini confit al timo limonato

Per 4 persone:
360 g di linguine
700 g di totani di dimensioni medio-piccole
500 g di patate
due piccoli bulbi di aglio fresco o due spicchi d'aglio secco
peperoncino
10-12 pomodorini del Vesuvio non piccolissimi
timo limonato
sale
zucchero
olio
scorza di un limone
basilico
vino bianco secco

Lavare i pomodorini e tagliarli a metà nel senso della lunghezza. Disporre le metà su una placca ricoperta di carta da forno, con la parte tagliata in alto, e cospargerli con un trito preparato con un bulbo di aglio fresco (o uno spicchio di quello secco) e abbondante timo limonato. Spolverizzarli con un pizzico di sale e uno di zucchero, spruzzarli con poche gocce d'olio e infornarli a 75° per 3 ore.
Al termine della cottura, farli riposare fino a raffreddamento, poi passarli al mixer con la scorza di limone aggiungendo, se necessario, altro timo limonato (il profumo deve essere ben presente). Rendere liscia la crema ottenuta con l'aiuto di un frullatore ad immersione.

Tagliare le patate a dadini piccoli. Scaldare un filo d'olio in una padella antiaderente, versarvi le patate e portarle a cottura a fuoco basso, senza farle rosolare. Devono essere molto tenere. Salare.
Togliere le patate dalla padella, rinnovare l'olio, farvi rosolare l'altro bulbo d'aglio fresco insieme a poco peperoncino, aggiungere i totani puliti, eviscerati  e tagliati ad anelli e farli saltare a fuoco vivo, facendoli scoppiettare, per 5 minuti, aggiungendo, due minuti prima della fine della cottura, un piccolo spruzzo di vino bianco. Salare e spegnere il fuoco. Unire le patate al sughetto di totani.

Cuocere le linguine in acqua bollente salata. Scolarle al dente e saltarle nel condimento di totani e patate con l'aggiunta di un mestolino dell'acqua di cottura. Mantecarle, a fuoco spento, con la crema di pomodori confit, nella misura di un cucchiaio circa a persona. Completare con poco basilico spezzettato.

16 commenti:

  1. Premesso che a me la fame non è mai passata...il pomodorino confit con timo limonato...mhmm mi stuzzica parecchio perchè mi sa che dona al piatto una nota fresca davvero elegante. Piatto come sempre di spessore il tuo :)))
    Brava come sempre ma non è una scoperta per me visto che ti copio le ricette e mi vengono tutte...e questo è un vero miracolo visto i disastri che combino! :D

    RispondiElimina
  2. QUESTO e' un primo che mi piace: contiene tutte le cose che mi piacciono di piu'. Dovessi trasferirmi al Sud?

    RispondiElimina
  3. Finalmente il mio pc mi consente di postare i commenti. Questo piatto mi intriga moltissimo! In un post precedente parlavi di limoni confit, mica posteresti la ricetta? Sei brvissima come sempre!

    Amarisca

    RispondiElimina
  4. Che buono questo piatto! Che profumi! Che fame, pure alle 9 del mattino!!! Quel pomodorino....
    Come mi piace questa staffetta!!!

    RispondiElimina
  5. totani e patate ... straclassico ... mi hai fatto venire un'idea ... poi te la dico a 4 occhi ;)
    Baci
    F

    RispondiElimina
  6. Ammappate, sto sbavando....oggi tu e fabrizio mi volete far morire visto che sono una divortrice di pasta!!!!!!

    Un sorriso con l'acquolina,
    D.

    RispondiElimina
  7. @Daniela: beata te che puoi dire che almeno qualche volta ti è passata :)

    @Gambetto: non fare il modesto, ho appena visto il tuo bellissimo dolce...

    @Corrado: visto che ti piace anche la cucina di Lisa, sì, dovresti :)

    @Annamaria: li sto preparando in questi giorni (occorre circa una settimana). Un bacio grande grande.

    @Patrizia: ahimé, la piantina di timo limonato ha tirato le cuoia proprio dopo aver fornito le ultime foglioline per queste linguine. Sono in lutto.

    @Fabrizio: mi fai pauuuuuura!

    @Diletta: contravvenendo a tutte le regole del corretto comportamento e al detto "chi si loda si imbroda", ti dirò onestamente che ho letteralmente adorato queste linguine e non vedo l'ora di rifarle :)

    RispondiElimina
  8. Prova a potarla decisamente. Poi continua a curarla (acqua, sole e chiacchiere!) La mia è "resuscitata" a sorpresa. Timidamente, ma ha rimesso fuori qualche fogliolina...

    RispondiElimina
  9. Ci sono ricette che per quanto non di alta cucina, non sono semplici concettualmente e soprattutto sono BUONE. A me totani e patate mi piace assai!

    RispondiElimina
  10. ecco, ci fantasticavo sù già da domenica :))

    RispondiElimina
  11. che belli Giovanna! E pio finalmente capisco come si fanno questi benedetti pomodorini confit (lo so...solo io non li ho mai mangiati!) Mi sa che li provo anche come contorno!!! Complimenti

    RispondiElimina
  12. belli quei pomodori confit al timo limonato, ho giusto una bella pianta sul mio balcone...te li copio :)
    ottimo piatto! :)

    RispondiElimina
  13. @Patrizia: ho appena scoperto che nascoste sotto i rametti secchi ci sono alcune minuscole foglioline verdi. C'è speranza!

    @Emidio: pure a me, anche in versione classica!

    @Cibou: addirittura? :)

    @Caris: adoro i pomodori confit quasi quanto i limoni, mi viene voglia di ficcarli dappertutto, pure sul babà :))))

    @Gio: mai più senza, l'ho già detto? ;-)

    RispondiElimina
  14. E ci credo che sia un 'mai più senza'! Voglio poi un racconto dettagliatissimo, mi raccomando :)

    RispondiElimina
  15. @Reb: non c'è molto da raccontare: abbiamo trovato nuovi modi per spendere quattrini, ecco tutto :)

    RispondiElimina