martedì 5 aprile 2011

Aprile


Aprile è un mese che ha il suo perché.
Che scoperta, penserete. Ogni mese ha il suo perché, il suo posto nel calendario, aprile come ogni altro, c'è bisogno di dirlo?
Ok, ma io intendevo dire che aprile ha il suo perché nel senso che porta sempre qualcosa di nuovo o di buono. O, almeno, negli ultimi anni ha sempre portato a me qualcosa di nuovo o di buono.
Del 2009 ricordo due giorni, il 3 e il 19,  notevoli per ragioni differenti (e delle ragioni vi importerebbe davvero poco). Del 2010 ricordo il 24, ribattezzato da me e da Lisa "Perfect Day", perché solo così si può chiamare un giorno in cui riesci a coniugare due delle tue passioni e a viverle entrambe al meglio: la cucina, con un pranzo incredibile, la nostra prima visita a Mauro Uliassi, e la musica, con un concerto favoloso a Pesaro, che fece esclamare a mio marito che sarebbe valsa la pena di fare tutti quei chilometri anche solo per l'ultimo pezzo. Del pranzo mi sa che vi parlerò, prima o poi.
In attesa di vedere che cosa porterà l'aprile del 2011, ieri ho cominciato bene con un corso di Gennaro Esposito al Gambero Rosso.
Prescindendo dalle ricette (impeccabili come sempre) e dalla commozione che mi ha attraversata di fronte al pomodoro confit pestato insieme al limone confit che vedete nella foto in cima, è che è stato usato per farcire dei raviolini aperti che sono andati a comporre un antipasto con crema di piselli, quenelles di ricotta e seppia cotta a bassa temperatura, ho apprezzato che Gennaro abbia dedicato tutta la prima parte della lezione a sottolineare che bisogna imparare a riconoscere la qualità degli ingredienti, e a questo fine ha messo tutti ad annusare, guardare, toccare e assaggiare sei diverse marche di spaghetti (delle quali non ci ha detto i nomi, perché lo scopo non era fare classifiche né pubblicità), un po' come facemmo qualche tempo fa Lydia e io qui e qui.
Qui sotto con Gennaro vedete Lydia stessa e Fabrizio, tutti e due sempre "in tredici", come si dice a Napoli per intendere "tra i piedi" :)



Che poi, a dirla tutta, buona parte delle marche l'abbiamo identificata, ma su questo saremo mute come totani, anzi, seppie :)


Ecco, questo si può definire un post inutile. Un post d'aprile, anche se il primo con relativo pesce è passato.
Ci tenevo solo a dire che mi piace si metta l'accento sull'ingrediente. Perchè si ha un bel lavorare a preparare piatti elaborati e creativi: se l'ingrediente non è quello giusto, meglio risparmiare fatica e mangiare un panino...   

18 commenti:

  1. La vera bravura in cucina è la padronanza degli ingredienti, sapere quanto tempo occorre ad un pomodorino fresco per essere spellato senza cuocerlo 'inutilmente' così come saper abbinare un olio evo a crudo ad una pietanza...trovando l'equilibrio che non stona al palato. Questa è la poesia di chi in cucina si diverte a divertire quelli che questa sensibilità la hanno...:)))
    Mi sa che è stato un bel post-it d'Aprile quello con Gennaro Esposito vero!? :P eheheheheh

    RispondiElimina
  2. Certo che se il buongiorno si vede dal mattino tu dovresti avere un Aprile fantastico :)

    RispondiElimina
  3. Comunque io non sto sempre in 13,e neanche Fabrizio, forse...

    RispondiElimina
  4. spero ti arrivi tutta la mia invidia. Sono VERDE.

    RispondiElimina
  5. Miiiii che aria da Furio Precisino che ho :o)

    RispondiElimina
  6. @Mirtilla: bello e divertente :).

    @Gambetto: d'accordo in toto. Una seppia d'aprile, direi :))

    @Corrado: ma speriamo!

    @Lydia: tu alquanto, Fabrizio di brutto :D

    @Daniela: perfettamente in tinta con la crema di piselli? :)

    @Fabri, ma tu SEI Furio Precisino, siamo almeno in sei a saperne qualcosa... ;)

    RispondiElimina
  7. Parole sante !!!

    P.s.1: che bello vedere così tanti "totem" riuniti tutti insieme :-D

    P.s.2: intanto potresti proseguire l'ottimo Aprile facendomi gli auguri il 18 :-))))

    RispondiElimina
  8. giuseppe di martino05 aprile 2011 14:49

    che belle che siete! attento Fabri che H ti vede e si ingelosisce!! Lol

    RispondiElimina
  9. @ gdm - grazie per la bellA; avevo pregato L&G di non pubblicare foto compromettenti, ho una reputazione da difendere, ma non c'è stato verso ...

    RispondiElimina
  10. madò....che invidia! e pensare che sarei potuta venire solo che non lo sapevo!!! :( comunque bello bello!

    RispondiElimina
  11. Ha ragione Corrado: se l'aprile si vede dal mattino ti aspetta davvero un mese goloso. E anche invidiato da molte, da ciò che leggo! :)). Ovviamente mi unisco al coro!

    RispondiElimina
  12. aprile...è un gran bel mese ;)

    RispondiElimina
  13. che interessante sto corso di cucina!
    auguri per quest'aprile :)

    RispondiElimina
  14. @Jajo: non dire a Fabrizio che è un totem, che il ragazzo mi si monta la testa :). Per gli auguri, dubitavi forse che li avrei fatti all'unico fan devoto che ho? :)

    @Giuseppe: ho pensato anch'io alla gelosia, Fabrizio è un farfallone, povero H...

    @Fabrizio: la reputazione te la sei giocata, rassegnati :)

    @Caris: peccato, sarebbe stato bello conoscerti.

    @La cucina di qb: speriamo che il mese sia goloso, ma invidiato solo in modo sano ;)

    @Lo: vero?

    @Gio: grazie, felice aprile anche a te :)

    RispondiElimina
  15. Ceh meraviglia (e non intendo, solo, la collana di Lydia..)!!
    Deve essere stato interessantissimo!
    un saluto affettuoso

    RispondiElimina
  16. Carissima complimenti per il raffinato ed affascinante blog! ma, leggendo questo post, mi chiedevo cosa fosse "pomodoro confit pestato insieme al limone confit"... poichè sono un'amante del pomodoro, potrei avere una spiegazione più approfondita?. Grazie Paola

    RispondiElimina
  17. @Gaia: interessante e piacevole.

    @Zia Paola: il pomodoro confit è pomodoro tagliato a metà (in caso di pomodorini) o a pezzi, condito a piacere con erbe aromatiche, zucchero e poco sale, volendo, e fatto asciugare in forno per circa tre ore a 65-70 gradi; acquista un sapore molto dolce e molto concentrato. Qui Gennaro lo ha pestato insieme a del limone confit, appunto, ma per i limoni il procedimento è più lungo e più complesso. Li farò a breve e pubblicherò il suo metodo. Sostanzialmente è limone candito, ma si definisce limone confit anche quello preparato sotto sale, alla marocchina.

    RispondiElimina