* Pasta * Primi piatti *

Non esistono più le mezze stagioni!

giovedì, settembre 30, 2010


A chi mi chiede "Le vacanze? Tutto bene?" chiedo sempre la domanda di riserva, le mie poche ferie le ho passate a fare da commis al mio fidanzato che mi ha schiavizzato nella maniera più vergognosa :) Ovviamente lui vi dirà che mi sono impossessata della sua cucina, che sono una sanguinaria...bla...bla...bla. Vi risparmio i particolari, potreste morire dalle risate.
In buona sostanza non mi sono riposata affatto, approfitto delle ultime melanzane sperando che il freddo non arrivi mai.

* Dolci * Dolci al cucchiaio *

Chi cerca trova

giovedì, settembre 23, 2010


Credo che questo sia il dessert che ho sempre cercato. Quello che va giù senza che te ne accorga. Che ti lascia una sensazione di freschezza e leggerezza dopo una cena. Che ha un gusto netto, pulito e semplice. Si prepara in anticipo ed è pure facile.
Insomma, oserei definirlo perfetto.
Mica me la canto e me la suono, eh? La ricetta non è mia ma di Alfonso Caputo, della Taverna del Capitano di Marina del Cantone, anche se, come sempre, ci ho messo un po' le mani per adattarmela.
La ricetta delle cialdine invece è di Lisa, e torna utile in tante occasioni.

* Non-food (o quasi) *

Se i 'mericani scoprono la pizza (vera)

lunedì, settembre 20, 2010


Non andrò a vedere "Mangia prega ama". Non è il genere di film che mi attira. L'unica curiosità sarebbe quella di vedere le scene girate da Michele, la storica pizzeria di Napoli.
Mi preoccupa la popolarità che gli ha conferito il film oltreoceano: se prima si faceva un'ora di fila, adesso ne occorreranno almeno due. Mi preoccupa ma in qualche modo mi diverte: avendo dovuto ascoltare per anni le gigantesche corbellerie sparate in trasmissioni televisive e su riviste culinarie sulla pizza, trovo curioso leggere, oggi, il brano dedicato alla pizza di Michele nel romanzo dal quale il film è tratto. Lo riporto in fondo al post. Curioso che gli americani si accorgano che la pizza napoletana dev'essere sottile eppure morbida, quando ho sentito affermare con piglio assertivo da sedicenti gourmet che ha da essere sottile e croccante (orrore e raccapriccio) o alta e morbida (obbrobrio e ludibrio).

* Confetture * Conserve * Cucina greca *

Mia faza, mia raza

giovedì, settembre 16, 2010



Chiunque sia stato in Grecia avrà, prima o poi, sentito questa frase: "Italiani, Greci: mia faza, mia raza" (una sola faccia, una sola razza). Affermazione in fondo vera, visto che a Creta mi scambiano regolarmente per greca mandandomi nel panico più assoluto quando si aspettano che capisca la loro lingua. Mentre in realtà capisco solo i menù dei ristoranti, come ho avuto modo di dire: ho studiato solo l'inglese; quanto al francese, al tedesco, al greco, allo spagnolo e al portoghese datemi un menù e me la caverò alla grande, per ogni altra forma comunicativa ricorrerò ad un imbarazzante miscuglio anglo-italo-napoletano (mica per niente da queste parti abbiamo sopportato dominazioni da parte di chiunque; ci siamo fatti mancare giusto gli svedesi che forse ci avrebbero fatto anche bene).
Ogni volta che ci penso mi viene in mente una battuta dal film del 1987 Appuntamento al buio, di Blake Edwards: "Lei parla davvero il francese, o solo uno str**zo francese da menù?": ecco, io sono quella dello str**zo francese da menù.

* Antipasti * Conserve * Dolci *

La bisvalida

lunedì, settembre 13, 2010


I più giovani lo sanno cos'è una bisvalida?
Non so come sia messo oggi il mercato delle figurine da collezione, quelle che si incollano negli album e che sono prodotte prevalentemente dalla Panini. Non so se le figurine sono ancora di moda e se ancora usa fare scambi selvaggi con amici e compagni di scuola pur di completare la propria collezione. Ma un tempo esistevano appunto le preziosissime bisvalide, figurine, cioè, che valevano il doppio di quelle normali. Il doppio per far cosa? E chi se lo ricorda! La sola cosa che mi ricordo è la scritta grigia sul retro: "valida" oppure "bisvalida".
E questa è una ricetta bisvalida. E' un antipasto, ma, se si omette il prosciutto e si abbonda con lo sciroppo, può essere un dessert. Si può anche aggiungere un po' di zucchero alla bavarese, volendo farne un dessert più "normale", ma meglio sarebbe aggiungere un po' di meringa all'italiana.
Insomma, fatene ciò che volete :-)

* Non-food * Vergogne *

Un minuto di silenzio fatto di parole

venerdì, settembre 10, 2010


Avrei dovuto pubblicare una ricetta, oggi.
Ma oggi si celebrano i funerali di un uomo per bene che stranamente era anche un sindaco e ancor più stranamente restava per bene anche da sindaco.
E in questi casi di solito si osserva un minuto di silenzio. Questo post è il mio minuto di silenzio, ma che sia un minuto solo, per tutti, perché il silenzio non aiuta, quando di mezzo c'è la criminalità organizzata. Il silenzio è il miglior amico degli assassini degli uomini per bene.
Ce n'è pure troppo, di silenzio.
Che amo la Campania nonostante tutto, non lo scoprite oggi. Che il Cilento mi sta nel cuore, nemmeno. E mi sta nel cuore perché è bellezza, è pace, ha un suo carattere ancora autentico non sopraffatto né dalla crescita del turismo né dalla speculazione e se ce l'ha è merito anche di persone come Angelo Vassallo, che l'hanno protetto a costo della vita.
Perciò, questo è davvero un brutto, brutto giorno. Speriamo solo che provochi un innalzamento dell'attenzione, riflessioni, risposte. Che dia frutti, e non avvelenati.

* Viaggi *

Di laghi, villaggi, abbazie, mucche e stelle (Michelin)

mercoledì, settembre 01, 2010


Annecy ce l'avevo in mente da un po'. Galeotta fu qualche foto vista in rete: quando adocchio piccole cittadine fiorite solcate da canali, perdo la testa ;-)
E' a un passo dall'Italia, a un tiro di schioppo dal Monte Bianco, e giace su un delizioso lago che dicono essere il più pulito d'Europa. Una cosa è certa: il lago è pieno di villeggianti sguazzanti, di "spiagge" (rive erbose adibite alla balneazione), pedalò, canoe, barche elettriche e qualunque aggeggio utile alla navigazione e NON inquinante che vi venga in mente.

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001.