venerdì 27 agosto 2010

Back home, e si comincia dal fondo



In tutti i sensi, back home.
Back home: dal mio bellissimo viaggio in Francia. Aspettatevi noiosi post pieni di fotografie che non interessano nessuno tranne la sottoscritta.
Back home: dalla permanenza ischitana, che finirà lunedì. Così riavrò una cucina vera e anche la voglia di preparare cose nuove, o vecchie, o usate :-).
Back home: a luglio io, Lisa e Lydia abbiamo deciso di chiudere la nostra collaborazione con Scatti di gusto. Tutte le cose finiscono. Per mancanza di entusiasmo o di tempo, o forse perché siamo troppo abituate all'autonomia ;-).

E a proposito di noiosi post, questo è il primo della serie.
Ho passato due settimane in Francia, tra Alta Savoia, Lione e Provenza. Ed è da quest'ultima che voglio cominciare.
In Provenza ci sono stata per la prima volta una decina d'anni fa. E quando abbiamo deciso di andare in vacanza in Francia non ho potuto evitare di aggiungere, stavolta, cinque giorni di relax finale in quella terra. Perché è uno dei luoghi che prediligo al mondo, dopo Creta, s'intende. Mi rilassa, mi conforta, mi coccola. La campagna quieta e profumata; le lunghe strade bordate di platani; i cespugli di rosmarino, lavanda, timo; i filari di cipressi; le eterne vigne e gli oliveti argentei; i villaggi fioriti, le abbazie, le notti stellatissime, le sere fresche anche quando le giornate sono caldissime, le verdure colorate e mature, i cieli straordinariamente blu, i mercati, i tessuti, le ceramiche, la cucina; la cultura occitana. Amo, della Provenza, ogni cosa.
Ho alloggiato vicino Les Baux, forse la zona che preferisco in assoluto, nelle Alpilles, queste curiose colline di non più di 3-400 metri d'altezza che assomigliano però a vere montagne. Se doveste decidere di visitare la Provenza, vi consiglio di fare base là, vicino a Saint-Remy e a Les Baux, perché da lì tutto è raggiungibile: Avignone, Arles, Nimes, il Gard, la Vaucluse, il Luberon, la Camargue. E perché il paesaggio è dolcissimo, meraviglioso, e Les Baux è uno straordinario gioiello, anche se quando l'ho visitata la prima volta non era necessario alzarsi all'alba per trovare liberi i parcheggi...
Inutile dire che il cibo è magnifico, e dei ristoranti avremo modo di parlare :-)
Invece adesso lascio che a parlare siano le immagini.

Aigues Mortes, in Camargue:




Traghettando sul Petit Rhône:



La cripta dell'Abbazia di Montmajour:



Tutti i colori di Roussillon, la città d'ocra:














Les Baux de Provence:








Il resto alla prossima puntata.

15 commenti:

  1. WOW!
    Bentornata, carissima!
    Tu pubblica pure le tue noiosiiiiissssssime fotografie, che tanto non mi vedi incollata allo schermo con gli occhi spalancati e la bocca aperta :)

    RispondiElimina
  2. Anche tu Provenza? ormai é come una seconda casa...ma quest'anno siamo rimasti piú in costa azzurra (la casa é li vicino, dietro Nizza in campagna)ma vorrei ritornarci, eccome, a Les Baux, Aigue,St.Marie de la Mer, St Remy, Arles...posti che ho nel cuore, affascinanti, anche misteriosi a volte. Buoni prodotti, buone tavole...sei stata per caso da Jean Luc Rabanel ad Arles? Mi piacerebbe saperne di piú, ma nessuno che conosco ci é stato...

    RispondiElimina
  3. Ciao cara, tu torni io parto verso Ischia, dove spero di riposarmi tanto tanto tanto...

    ps: bellissime foto!

    RispondiElimina
  4. Uff... che pizza.... è già tornata !! :-D
    Vabbe', ti perdono perchè le foto, in particolare quelle di Les Baux, sono fantastiche !! :-D
    Allora se vinco al Superenalotto di assoldo come guida culturalgastroenolgeologica della Provenza :-D
    Un bacione e bentornata !!!

    RispondiElimina
  5. Bellissime foto , l'atmosfera incantata , si sente tutta ! Un saluto , chiara

    RispondiElimina
  6. Bentornata! E' un piacere vedere questi scatti "provenzali" questa regione a quanto pare ha avuto molto seguito quest'anno io è un pò che manco da lì ma un pò mi è rimastra nel cuore. Grazie per avermela fatta rivivere. Io aspetto gli altri post. Buon fine settimana

    RispondiElimina
  7. Qualche anno fa ho fatto più o meno lo stesso viaggio, sono posti davvero incantevoli, ci tornerei ogni anno... Belle belle foto. Bentornata!

    RispondiElimina
  8. Intanto non sei mai noiosa a cominciare da titolo ;-) e poi grazie mille per queste magnifiche foto piene di luce e di colori, mi sento quasi in vacanza. Bacioni e buon fine settimana

    RispondiElimina
  9. @Marina: grazie! Per il bentornata e per la comprensione :-)

    @Alex: no, non ci sono stata. In qualche altro posticino sì, però. :-) Pur essendo stata a Lione, poi, non ho osato permettermi Bocuse. Mi sono imposta dei limiti ;-)

    @Milla: buone vacanze, allora! La tua Ischia settembrina sarà sicuramente più vivibile.

    @Nicla: ti auguro di vincere, allora! Così non solo mi porti in Provenza, ma mi stipendi anche ;-)

    @Chiara: l'atmosfera è davvero incantata. E maledettamente spendereccia :-) Ho fatto poche foto, quest'anno, e nemmeno tanto belle, causa fotocamera nuova.

    @Mirtilla: ma ciao! Grazie!

    @Elisa: sì, ho visto che ci siamo andati in tanti! Per me è stato un impulso, avevo organizzato il viaggio con l'intenzione di andare solo in Alta Savoia, ma non potevo NON tornare là.

    @Mafaldina: io ci vivrei. Comprerei un mas e me lo ristrutturerei e poi metterei su un relais di campagna. Bello sognare...

    @Edda: grazie, ma le foto non sono il massimo. Quest'anno non riuscivo a far pace con l'eposizione e la saturazione. Forse la Provenza ha troppa luce e troppi colori! ;-)

    RispondiElimina
  10. Cara Giovanna, welcome back!

    Per ora parto per una minivacanzina, ma al ritorno recupero i noiosissimi post che avro' perso :)

    Spero di andare presto in quella zopa, per ora grazie per avermi fatto rifare un po' gli occhi. Un bacio!

    RispondiElimina
  11. bentornata Giovanna!
    mi piace la noia delle tue foto ;-)
    brava!

    RispondiElimina
  12. mi piaccione molto le foto...mi fanno affacciare su posti nuovi, gustarli almeno un po' e ritrovare posti conosciuti...in questo caso les beaux...un viaggio in compagnia di amici francesi e spagnoli e una carovana di figli!!!
    anche io amo parlare dei viaggi con le foto...sono il nostro occhio e il nostro ricordo no?
    Bentornata!

    RispondiElimina
  13. Ma che carino questo blog, ci sono cose davvero interessanti, complimenti,..volevo iscrivermi come sostenitore, ma blogger ogni tanto fa i capricci, ritornerò, a presto!

    RispondiElimina
  14. @Cibou, un bacio a te, buona mini-vacanza!

    @Grazie, Erika!

    @Simoff: sì, i ricordi vanno aiutati. Infatti faccio decine di copie di sicurezza delle foto ;-)

    @Maria Luisa: grazie, Benvenuta!

    RispondiElimina