mercoledì 19 novembre 2008

Chi si accontenta gode


Se il tempo scarseggia e la voglia di lavorare pure, conviene avere qualche ricetta che faccia fare bella figura con poco. Se si può (anzi, in questo caso, si deve) preparare in anticipo, ancora meglio.
In occasione di una delle nostre rare ma intense giornate di follia culinaria, vale a dire una cena in un ristorante per 70 persone, accanto ad altri due dolci servimmo questa torta che io e Lydia avevamo elaborato sulla base di una ricetta tratta da Sale & Pepe. Nacque così questa cioccopere che è spumosa, umida e molto buona. E' necessario che riposi a lungo, una volta cotta.

Torta morbida di cioccolato e pere

200 g di cioccolato fondente al 70%
200 g di burro
4 uova
150 g di zucchero
un cucchiaio di farina
burro per lo stampo
pere Abate sode
due noci di burro
una manciata di zucchero semolato

Imburrare uno stampo da 20 cm. Far fondere il cioccolato a bagnomaria, poi togliere dal fuoco e incorporare i 200 g di burro a pezzetti e poi i 150 g di zucchero, mescolando bene con una frusta. Unire i tuorli, uno alla volta, quindi la farina setacciata e infine gli albumi montati a neve ferma.
Tagliare le pere a spicchi sottili e rigirarle in padella per qualche minuto con due noci di burro e una manciata di zucchero.
Versare nello stampo il composto al cioccolato, “incastrare” nell’impasto gli spicchi di pera, a raggiera, e cuocere a 190° per 20-25 minuti. Il dolce deve risultare morbido al centro, se scosso deve traballare.
Quando è tiepido, sformarlo e farlo riposare almeno sei ore. Attenzione: è fragile. E’ normale che la superficie presenti delle crepe. Meglio usare uno stampo a cerniera con un disco di carta forno sul fondo, in modo da poter trascinare il dolce su un piatto.

16 commenti:

  1. Libidine pura.
    Senza altro commento.
    DEVO farla.
    Echissenefrega della ciccia.
    :)

    RispondiElimina
  2. E' la torta che faccio anch'io quando non ho voglia di faticare

    RispondiElimina
  3. Bona!!!

    Giovanna, io sono una schiappa, sempre in ritardo con i post...

    RispondiElimina
  4. Ciao e benvenuta su Blog di Cucina..
    garzie per esserti iscritta..se vuoi preleva pure il nostro banner..
    e continua a seguirci!

    Con affetto
    Laura

    RispondiElimina
  5. che buonisima questa torta!! cioccolato e per è un abbinamento sublime...
    baci baci

    RispondiElimina
  6. Eccome se si gode con una "sciocchezza" del genere. Chiamalo accontentarsi ...
    Bella umidiccia come piace a me
    Ciao
    Alex

    RispondiElimina
  7. e tu lo chiami accontentarsi? :) bellissima e immagino.. buonissima!

    RispondiElimina
  8. Ragazze, quanto mi manca un giorno di follia culinaria insieme! Mariella

    RispondiElimina
  9. ...non mi sono mai cosi rilassato nel farla....ma soprattutto mell'assaporarne il sapore mistico!!!

    Grazie Giovanna

    Primus, il discente

    RispondiElimina
  10. si m'accontento con questa goduria palatale buona giornata

    RispondiElimina
  11. prendo una fetta di torta per festeggiare al votro nuovo blog! Ci voleva, ci voleva :)
    Sono morta dal ridere solo a leggere la presentazione!!!

    RispondiElimina
  12. Una fetta anche per me... oggi mi serve proprio un po' di dolce!
    Ciao, baci

    RispondiElimina
  13. Allora..io mi accontenterei volentieri! :-p Bellissima e buonissima!

    RispondiElimina
  14. Fatta ieri sera e portata a cena da amici insieme al pandoro di Adriano, squisita, grazie! Il commento è stato:" Ma questa è una poesia!"
    Ho fatto solo una piccola modifica, ho montato i tuorli con lo zucchero prima di unire il ciocc ed il burro fusi, perchè secondo me struttura di più l'impasto e non si rischia che il burro "sudi".
    Un bacio a tutte, belle donne!

    RispondiElimina