mercoledì 27 agosto 2008

Consorte assente, dunque: melanzane




E sì: perché il consorte è allergico alle melanzane. E qui ad Ischia crescono in giardino... Non vorrete mica che sprechi la produzione!
Dedico questo post a Lydia, per due ragioni.
La prima è che la ricetta che segue me l'ha fatta conoscere lei, che la prepara da anni, anche se mi sembra fosse di Flavia Nicoletta Mazzola Clerici, pubblicata anni fa nel forum de La cucina italiana.
La seconda è che due anni fa lei mi disse una cosa che mi è servita molto. Ai tempi avevo bisogno di una spinta e lei me la diede. E oggi che ciò che è cominciato allora sta arrivando ad un felice compimento, sento di dover ringraziare lei e quei pochi amici che mi hanno ascoltata e consigliata quando la situazione era dura e difficile. A volte ci vuole un piccolo aiuto da parte degli amici. E ci vuole tempo. Il tempo, ho scoperto da un po', è amico delle cose che contano: dà loro valore.
E invece di tempo, per questo pesto di melanzane, ce ne vuole davvero poco!

Pesto di melanzane

per 4 persone:

Affettare una melanzana, salarla e farle fare l'acqua. Grigliarla e una volta raffreddata frullarla con una manciata di pinoli, una di basilico, un cucchiaio di parmigiano ed olio e.v.o.
Condire la pasta stemperando il pesto con dell'acqua di cottura.

The Beatles: With a little help from my friends


18 commenti:

  1. ebbene si gli amici sono un bene prezioso.Ottima ricetta che farò in settimana ,ti faccio poi sapere come è venuta buona giornata

    RispondiElimina
  2. Ecco, ero entrata per cercare la ricetta degli involtini di Mariella,e invece mi ritrovo in lacrime davanti al pc!!!!
    Che te possino!!!
    Grazie, grazie, grazie a te.

    P.S.
    Si, la ricetta è di Flavia

    RispondiElimina
  3. wow!!! il pesto di melanzane mi mancava, e visto che mia mamma ne ha un bel po' da smaltire ...
    grazzzzzzzzzzieeeeeeeeee!!!!

    RispondiElimina
  4. Ciao Giovanna, uff, mi fai pensare ai miei amici lontani, quelli che sanno essere preziosi in certi momenti (ma sono lontaniiiiii!). A breve ti scrivo (ma c'è l'indirizzo mail sul blog o ti scrivo su Anobii? ;-) per quel link sul Marocco. E un'altra cosa: la foto è bellissima, con quella fogliolina di basilico a chiudere gli spaghetti, beh, è da prima copertina sul libro di Gennaro Esposito. BAci

    RispondiElimina
  5. E vabbe', Lydia; talvolta anche noi rudi donne moderne facciamo un po' le sentimentali. Pensa che sono quattro giorni che mi porto appresso un nodo di commozione (bella)...
    Maricler, l'indirizzo e-mail è nel mio profilo. Prima o poi devo decidermi a metterlo in home page. Ora ti mando una mail.

    RispondiElimina
  6. Ciao, Giovanna, mi piace molto questa ricetta, sono anni che l'ho carpita e riprodotta, è sempre sfiziosa e fresca!
    Hai detto una cosa bellissima, tra uno spaghetto e l'altro, che stasera capita a fagiolo pure per me.
    Leggo spesso il tuo blog, ammiro tutto, ricette, racconti, perle di saggezza, foto... insomma, sono una tua fan silenziosa :)
    Cari saluti, approfitto per farli anche a Lydia e Lisa

    RispondiElimina
  7. Grazie Giovanna per questa bella ricetta. Mi mancava. Noi adoriamo le melanzane e nel week-end la farò sicuramente. Mi piace leggere quello che scrivi, anche "cose" extra- cucina....

    RispondiElimina
  8. Ciao, Francesca. Sei la Francesca che conosco? Visto che saluti anche Lydia e Lisa, immagino di sì.
    Mi fa piacere che ciò che ho detto capiti a fagiolo anche per te. In barba alle delusioni e alle fregature le cose belle capitano, e quando capitano bisogna tenersi stretta a lungo l'emozione commossa e grata e calda che danno. Grazie per ciò che mi scrivi. Mi farebbe molto piacere se fossi meno silenziosa :-). Un bacione!
    Alex, grazie anche a te. Fammi sapere se il pesto ti piace: se non erro Lydia ci ha vinto anche un concorso culinario!

    RispondiElimina
  9. Ciao Giovanna, hai espresso emozioni che condivido. Gli amici, vicini o lontani, sono un bene prezioso!

    E la tua ricetta... sembra molto gustosa, la proverò presto ma, è probabile che io l'abbia già fatto... frullo di tutto quando ho i tempi corti e il caldo è insopportabile!
    Ha ragione Maricler, la foto è splendida.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Ringraziare gli amici e' una delle cose piu' belle che ci siano, fa piangere loro :) e fa sentire felici noi stessi....

    C'ho giusto una melanzanina peregrina nel frigorifero......e mi piace tutto cio' che e' pestato e cremoso!!

    Ma te l'ho detto bentornata??? No....BENTORNATA!!!! :))

    RispondiElimina
  11. questa la faccio! le melanzane mi fanno impazzire... bella l'idea di farci una sorta di pesto.

    RispondiElimina
  12. Quanto mi piace...qui con l'invasione di verdure orticole...le provo tutte ogni anno.
    Grazie.
    ciao

    RispondiElimina
  13. Ciao Giovanna,
    io adoro le melanzane e ti rubo subito la ricetta! La proverò quanto prima perché deve essere stupenda.
    Un abbraccio e buona giornata a te!
    Bab

    RispondiElimina
  14. Ciao Giovanna. C’è un premio per te su righeblu, puoi passare a ritirarlo se ti va…

    A presto.

    Anna

    RispondiElimina
  15. Che bontà! Ho appena fatto una versione "cugina" della tua:
    1 melanzana cotta intera in forno per 1 ora a 200°C ventilato (partendo da forno freddo)
    9 mandorle, 2 nocciole 2 mezze noci, 1 spicchio d'aglio, un po' di olio, una abbondante manciata di foglie di basilico appena colto,poco sale e pepe, evo parmigiano grattugiato...
    Scolata la pasta al dente e condita con altro parmigiano grattugiato.

    RispondiElimina
  16. Ciao Giovanna, io adoro le melanzane, proverò sicuramente il tuo pesto!
    Se vi fa piacere passare da me, c'è un premio che vi aspetta!
    Ciao a presto!

    RispondiElimina