martedì 1 luglio 2008

Risotto allo champagne rivisitato, ma solo un pochino...



Bisogna ammettere le proprie colpe.
A me il risotto allo champagne, con panna e tutto, piace. Ecco. L'ho detto.
Così, aderendo all'iniziativa lanciata da Salsadisapa nel suo post "Quand'erano gli '80", ho scelto proprio questo piatto, considerato uno dei "crimini" di quegli anni, per riproporlo modificato e leggermente modernizzato.
La prima vittima è stata la panna. Soppressa.
Al suo posto c'è della provola affumicata. Non è un'idea mia: usa anche il risotto champagne e provola. Di mio, ci ho messo un tocco di colore mediterraneo: il peperone rosso, che essendo dolce fa un bel contrasto con l'asprigno dello spumante.
Ma faccio prima a dare la ricetta che a cercare di discolparmi in questo modo patetico...

Risotto allo spumante con provola affumicata e qualcosa di rosso (omaggio a Salsadisapa :-)

Per 4 porzioni:
360 g di riso
due piccole cipolle
olio
2 bicchieri di spumante
brodo vegetale leggero
250 g di provola fresca affumicata
latte q.b.
un grosso peperone rosso
parmigiano grattugiato
sale, pepe, prezzemolo

In una casseruola mettere un goccio d'olio, una cipolla tagliata a pezzi grossi e il peperone a grossi dadi. Lasciar cuocere, coperto, aggiungendo eventualmente poca acqua, finché il peperone non è tenero. Sgocciolarlo e frullarlo, senza la cipolla né il fondo di cottura, aggiungendo sale e un filo d'olio. Tenere da parte.
Tritare la provola, finissima. Quindi metterla in una casseruola e scaldarla a bagnomaria con qualche cucchiaio di latte. Non aspettare che fonda: appena è leggermente tiepida usare il frullatore ad immersione per dissolverla nel latte, quindi tenerla in caldo, a fuoco basso e a bagnomaria. Se si cerca di farla fondere prima di usare il frullatore, finirà per fare "massa". In questo caso, farla raffreddare e ricominciare daccapo.
Far appassire una cipolla tritata a fuoco dolce nell'olio, bagnando con un po' d'acqua perché non si colorisca. Unire il riso, farlo tostare, quindi bagnare con un bicchiere di spumante e lasciar evaporare a fuoco vivo. Portare a cottura bagnando alternativamente con brodo bollente e con il resto dello spumante, avendo cura di bagnare solo con brodo negli ultimi minuti di cottura. Salare, unire il parmigiano, poi spegnere il fuoco e aggiungere la fonduta di provola, tanta quanta basta ad ottenere una consistenza morbida.
Servire il risotto accompagnato da un po' di coulis di peperone.
Tutto qui. Ecco una presentazione alternativa nel caso aveste quei fantastici stampini in silicone a cubo con la fossetta sul fondo:


P.S.: Domani me ne vado in semivacanza con mammà, nel senso che mi trasferisco in una località di mare per un lungo, lungo periodo. Avendo una connessione a metano, postare sarà difficile e doloroso, e avendo una cucina indecente, preparare qualcosa di commestibile lo sarà ancora di più. Ma mi sforzerò. Fermo restando che, ahimé, non potrò fare dolci perché dispongo solo di un fornetto e non ho nemmeno uno sbattitore... sigh.

21 commenti:

  1. Ommamma!!! Questo lo devo fare...figurati se non riuscirai a preparare qualcosa di sfizioso anche in vacanza e con poca attrezzatura...Buone vacanze!!!

    RispondiElimina
  2. Anche a me piace il risotto allo champagne con la panna.
    Lo so, non dovrei dirlo, ma è così

    RispondiElimina
  3. grazie mille giovanna! mi sembra perfetto allo scopo :-D e poi, presentato a cubo, è ancor più "figo" ! buona mini-vacanza a metano, grazie di nuovo e a prestissimo!!!

    RispondiElimina
  4. strepitoso!!! bella rivisitazione !!!
    buon relax cara...

    RispondiElimina
  5. Buonissimo e che bella presentazione!

    RispondiElimina
  6. Ma, insomma, non tutti gli '80 vengono per nuocere!!!!! :)))

    Buona vacanza e non ti dimenticare di noi!!!!!

    RispondiElimina
  7. Che bella idea e che presentazione questo risottino, che colori poi.
    ciao e buona semivacanza
    marguerite

    RispondiElimina
  8. Quel cubetto di risotto è fantasmagorico.
    Faccio outing anche io: anche a me piace la panna nel risotto e anche nella pasta.
    Complimenti per questo risottino.
    Un abbraccio, alex

    RispondiElimina
  9. Fichissima la presentazione nel cubo! E davvero buona anche la preparazione in sè. Semplice ma efficace.

    RispondiElimina
  10. bella questa ricetta!!!
    Buon riposo al mare con la tua mamma e considera che puoi fare dolcetti vari anche in assenza di uno sbattitore.In vacanza, nell'appartamento, in cui mi trovavo, sono riuscito a "dolcificare" utilizzando una semplice e piccolissima frusta; avendo più tempo a disposizione, secondo me, non resisterai...

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. ...anche a me il risotto allo champagne (o spumante) piace...sarà che dalle mie parti negli anni, ci hanno invaso di risotti con cartizze e mirtilli o fragole o ribes...ma senza panna però...quindi non diventavano dei "mallopponi" grassi. Interessante la tua variante con il peperone..e poi la presentazione nel cubo, beh è proprio un "pezzo di design"
    P.s. dove vai di bello al mare? (che curiosa però..)

    RispondiElimina
  13. Posso dire a puppolo che lo amo?

    RispondiElimina
  14. Ma salve a tutti! Per i curiosi, sono approdata in quel di Ischia. Una Ischia rovente come non mai, purtroppo.
    Sto già pensando a cosa potrei improvvisare coi limitati mezzi a disposizione. Ho appena visto due ricette di dolci estivi che avrei provato immediatamente, se fossi stata a casa mia!
    Ila, a sei la Ila che conosco io? Come stai? Cosa fai di bello? Dacci tue notizie!
    Buona serata a tutti (sappiate che ci ho messo un quarto d'ora a inviare questo commento...)

    RispondiElimina
  15. In estate il riso mi garba molto. E questa ricetta è di molto stuzzicante.
    Buone vacanze !!!! Laura

    RispondiElimina
  16. Ciao Giovanna, adoro il riso e questo è molto invitante, lo proverò più in là.
    Un abbraccio e buone vacanze!

    RispondiElimina
  17. Splendido... ma per non buttare via niente, che ci posso fare con la cipolla usata per insaporire il peperone?

    RispondiElimina
  18. Viva Ischia!
    Se fa caldo fai sempre in tempo a buttarti a mare, no?
    E che mare...

    Buona vacanza!

    RispondiElimina
  19. mi sembra una bella rivisitazione brave

    RispondiElimina
  20. x Lydia: io ti adoro...scusami per il ritardo con il quale ho risposto. A presto mia dolcezza!!!
    scusate l'intrusione.

    RispondiElimina