sabato 5 luglio 2008

Parmigiana estiva di zucchine e patate



E così la zucchina oversize regalatami da Gesi (un chilo e 400, un vero mostro) è pervenuta alla sua destinazione finale. Riposi in pace.
Volevo originariamente farla placcare in titanio ed utilizzarla per amministrare giustizia con colpi ben assestati su qualche infido groppone. Ma lo stomaco ha le sue ragioni che la ragione non comprende, e malgrado il fatto che la ragione medesima urlasse a perdifiato: "Quando ti ricapita un'occasione così?", hanno prevalso l'appetito, il ricordo di un piatto tipico sorrentino, il richiamo di alcuni vezzosi pomodorini vesuviani che mi sbattevano le ciglia dall'insalatiera ed il timore di finire in gattabuia per lesioni personali con l'aggravante dei futili motivi.
Così, ho ridotto alla ragione me stessa e la zucchina nel modo seguente.

Parmigiana estiva di zucchine e patate
Per una teglietta (diciamo 25 x 20, centimetro più, centimetro meno):

Zucchine 600-700 g
3 grosse patate
Provola o fiordilatte 350 g
Pomodorini del Vesuvio (o qualsiasi pomodorino piccolo e dolce) 1/2 kg
Parmigiano grattugiato
Basilico abbondante
Uno spicchio d'aglio
Sale
Olio evo
Olio di arachidi per friggere

Affettare le zucchine per il lungo, in fette spesse circa un cm (io l'ho affettata per il largo, ma era una zucchina-monstre). Friggere le fette così ottenute e farle sgocciolare su carta assorbente.
Pelare le patate e tagliarle a fette spesse un cm. Far rosolare le fette in una padella antiaderente con un filo d'olio.
Tagliare a metà i pomodorini e svuotarli dei semi. Rosolare in olio lo spicchio d'aglio tritato, aggiungere i mezzi pomodorini e farli leggermente appassire a fuoco vivace. Salare.
Ungere la teglia con olio; disporre sul fondo uno strato di fette di patata affiancate, salare; fare uno strato con le zucchine, salare; distribuire sulle zucchine abbondantissimo basilico; spolverizzare di parmigiano, quindi fare uno strato con la provola o il fiordilatte affettati, cospargere con una parte dei pomodorini e con il loro olio, spolverizzare con altro parmigiano. Continuare fino ad esaurimento degli ingredienti, chiudendo con patate o zucchine sulle quali cospargerete ancora i pomodorini e il parmigiano. Irrorare con un po' d'olio (se il fondo di cottura dei pomodorini non è sufficiente) e infornare a 190°.
Servire tiepida.

(Ecco, ora valla ad etichettare... voi come la considerate, una parmigiana? Un secondo? Un contorno un tantino sostanzioso? O cos'altro?)

20 commenti:

  1. Una meraviglia! Io lo considero un secondo...

    Buon weekend e un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ahhh, mi hai fatto morire con le etichette. A volte è davvero difficile trovare l'etichetta giusta.
    Cmq sia, sta parmigiana è 'na delizia. Va bene come etichetta?
    Buon WE, Alex

    RispondiElimina
  3. ciao io la considero come un ottima preparazione da servire come antipasto, in un buffet, come primo mi sembra davvero buona
    complimenti
    ciao

    RispondiElimina
  4. Dal film "La zucchina ha sempre ragione"...direi che per me è un primo! Così le abbiamo dette tutte...

    RispondiElimina
  5. questa parmigiana deve essere una delizia e visto che mia mamma di questi esemplari ne ha in questi giorni la provo ;)
    a presto!

    RispondiElimina
  6. Per me sarebbe un piatto unico perchè son sicura che me la spazzolerei più o meno tutta...
    Comunque la rifaccio sicuramente perchè son invasa da zucchine e quindi devo provare di tutto e di più.
    Grazie.
    Buon inizio settimana

    RispondiElimina
  7. ah ah ah, c'ho tre zucchine giganti in frigo, una potrei destinarla ad una doppia dose di questa parmigiana!!!!

    E' proprio un secondo, e pure sostanzioso, Giovanna, bisogna dirlo, ce lo mangiamo con gusto e soddisfazione senza pensare alle etichette!!! :)))

    Un bacio!

    RispondiElimina
  8. Deve essere buonissima la versione di questa tua parmigiana molto summer! La proverò, smack

    RispondiElimina
  9. ma è bellissima e sembra molto gustosa! un abbraccio!

    RispondiElimina
  10. io voto per piatto unico...so che ne mangerei una porzione esagerata.
    Se passate dalle mie parti, c'è un pensiero per voi.

    RispondiElimina
  11. Salve a tutti e grazie! Faccio una fatica immane a passare dal blog, perciò scusatemi per la presenza sporadica.
    Baci, abbracci e omaggi.

    RispondiElimina
  12. gnam... sembra davvero ottima. non saprei come etichettarla, anzi, ti dirò: tendo molto ad abbandonare la classificazione primo-secondo-ecc, perché ci son dei piatti che non saprei come collocare! allora, per non sbagliare, non ne colloco nemmeno uno :-D

    RispondiElimina
  13. sapete che non è niente male l'idea della prmigiana con le patate?

    RispondiElimina
  14. Gunther, la parmigiana di patate è una ricetta originaria della costiera sorrentina.
    E' veramente strepitosa

    RispondiElimina
  15. mai provata e mi incuriosisce moltissimo...
    Grazie a Giovanna che nonostante tutte le difficoltà cerca di essere presente.
    Goditi il sole ed il meritato riposo!!!

    RispondiElimina
  16. Vi ho nominate per questo progetto:

    http://www.gianlucapistore.com/2008/07/i-blog-sulla-cucina-e-larte-culinaria.html

    :)))

    RispondiElimina
  17. Etichetta = MAPPAZZONA GODURIOSA DI GIOVANNA HAHAHAHAHAHA

    RispondiElimina
  18. Ciao! ho scoperto per caso il vostro blog..complimenti davvero!Lo trovo bello nella grafica ed interessante nei contenuti!
    Lo linko subito così non lo perdo di vista.
    Spero che farete altrettanto.
    Tornerò presto a trovarvi.
    Un caloroso saluto,
    Laura

    RispondiElimina