* Dolci * Torte *

Un cavallo di battaglia: torta di ricotta e pere

sabato, giugno 21, 2008




Assente giustificata. Sono stata fuori, mi sono goduta una serata bella, divertente, rilassata di chiacchiere e scherzi, di quelle in cui sei contento perché vedi contento qualcuno che ti sta a cuore. Sono una sentimentale, che vogliamo fa'? D'altronde nella vita di ognuno di noi, credo e spero, esiste un sorriso, solo quello, di quella sola specialissima persona (o anche due, per i fortunati come me), capace di illuminare la giornata.
A proposito: oggi è un anniversario. Embe', io ci credo negli anniversari. Il 21 giugno del 2006 è successa una cosa tanto, tanto importante. Per quanto sia stato difficile il cammino da allora, sono proprio felice che sia accaduta. Riattraverserei le stesse tempeste pure mille volte, pure con uno zaino affardellato da cinquanta chili, su un sentiero di sassi con pendenza del 40% e senza scarpe. So' scema, rassegnamoci.
E veniamo alla ricotta e pere. Non è quella di De Riso, ma la mia personale versione di quella torta. Rifatta per il compleanno di mio marito (tanto lo sapevo che avrebbe voluto questa, anche se io amo dolci di altro genere).

* Amici * Antipasti * Sughi *

9 giugno 2007: un gran bel ricordo

lunedì, giugno 16, 2008



Il menù è poco leggibile.
E' stato circa un anno fa. Io e le mie socie Lydia e Mariella abbiamo preparato un buffet per festeggiare il compleanno del papà di Lydia, a Massalubrense.
Oggi posso dirlo: ma quanto ci siamo divertite? Ma quanto è stato emozionante, entusiasmante, appagante? E soprattutto: perché non lo rifacciamo?
Io una propostina per quelle due pazze ce l'avrei...
Approfitto dell'occasione, visto che questo è pur sempre un blog culinario, per dare la ricetta della crema di peperoni preparata in quell'occasione.
L'ho rifatta pochi giorni fa, a me piace da matti. Sarei capace di farne fuori una ciotola da sola, se accompagnata da pane buono. E poi la uso anche per condire la pasta.
La foto è d'epoca (proprio del buffet del 9 giugno) e non è un granché.

* Amici * Non-food *

Giacché è in corso un viaggio nella memoria...

mercoledì, giugno 11, 2008

Eccole qua.
Così possono blaterare fino allo sfinimento di raduni che si ricordano il cippo a Forcella (chiarimento per coloro che risiedono al di là della linea gotica: con "S'arricorda 'o Cippo a Furcella" si indica un avvenimento verificatosi in epoca talmente remota che il ricordo ne è vago ed incerto. Il Cippo era il monumento posto vicino Forcella che fu usato per esporre le teste tagliate durante i famosi 10 giorni di Masaniello nel 1647. Spiegazione tratta da www.napoletanita.it).
Lascio queste foto come cadeau per intrattenere le mie loquaci amiche nei due giorni della mia assenza. :-)

* Lievitati *

La brioche rustica di Lydia

martedì, giugno 10, 2008


Credete voi che se una madre invita a casa le amiche per una partita a carte la cosa non vi riguardi?
Errore.
Prima la butterà lì, con nonchalance: "Stavolta si gioca da me".
Poi vi stresserà per quattro o cinque ore: "Non so cosa preparare".
Quindi tenterà la strada del dubbio amletico, espresso con tale pervicacia da subornarvi: "Che cosa posso cucinare?"

* Pasta * Pesce * Primi piatti *

Mezze maniche con tonno fresco, olive e cipolle

giovedì, giugno 05, 2008


Questo piatto l'ho assaggiato per la prima volta a casa di Lydia, che aveva preso la ricetta da un numero di "A tavola". Originariamente prevedeva i paccheri, Lydia lo fece con la calamarata ed io, invece, avendo una dose di paccheri troppo scarsa per l'appetito serale del mio consorte, ho usato le mezze maniche rigate della Setaro. Favolose. Se ve lo dice una che detesta la pasta rigata perché non ha mai la consistenza giusta, potete fidarvi. Perfette, sostenute, non se ne è rotta nemmeno una.
E poi, questo piatto è proprio buono.

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001.