domenica 2 marzo 2008

La ciabatta di Jason Molinari da Gennarino.org




Trovo stupenda questa ricetta. E' un tipo di pane che si prepara facilmente e la riuscita è sempre perfetta.
La ricetta originale, di Jason Molinari, si trova sul forum di Gennarino, QUI.
500 g farina per pane (12-13% proteine)
450 g di acqua a circa 30 gradi C.
7 g di lievito disidratato
15 g di sale

Questo tipo di impasto, molto idratato, richiede necessariamente un'impastatrice per essere lavorato. Nella ciotola dell'impastatrice con la frusta a foglia inserite tutti gli ingredienti. Avviate la macchina a velocità moderata fino a quando non si è rappresa un po' la pasta, e poi alzate a mezza velocità.
Otterrete un impasto semiliquido.
Continuate a lavorare per circa 10-15 minuti a velocità media, fino a quando l'impasto non abbia preso forza e corda, cioé fino a quando non ricoprirà la foglia dell'impastatrice.
Lasciate lievitare (sigillando la ciotola con pellicola) finché non avrà triplicato il suo volume. Occorreranno due ore o più.
Rovesciate l'impasto sulla spianatoia ben infarinata (l'impasto è molto appiccicoso) e formate 4 pezzi di uguale peso.
Lasciateli riposare ancora per 45 minuti. Intanto accendete il forno alla MASSIMA temperatura.
Sollevate i pezzi con le due mani tenendoli da una delle estremità: si allungheranno, assumendo la tipica forma dela ciabatta, sotto il loro peso. Disponeteli su una teglia rivestita con carta da forno.
Cuocete le ciabatte per 10-12 minuti alla temperatura massima, quindi abbassatela a 220° e fate cuocere ancora per 10-15 minuti, fino a quando il pane assume un giusto colorito.

18 commenti:

  1. Non l'ho mai fatta perché non ho l'impastatrice, ma la conosco bene di fama (o di fame) :-)))

    RispondiElimina
  2. innanzitutto...piacere di leggervi!

    potresti giovanna spiegarmi cosa vuol dire farina x pane? 12-13% proteine?

    saluti

    FF

    RispondiElimina
  3. 12-13% di proteine è l'indicazione riportata nella ricetta originale, ma a noi sembra eccessivo. Di norma io uso una farina rinforzata, la Caputo Rossa (all'incirca W 280-300). In mancanza di quella, si può usare un 50% di una normale 00 più un 50% di una buona manitoba.
    Grazie per il benvenuto!

    RispondiElimina
  4. Oh! no, il tormentone Manitoba.. :-)))

    Io mi sono sempre chiesta ma le nostre nonne (anzi le vostre visto che tu sei napoletana) come facevano il babà senza manitoba?
    Adesso apro un blog e lo chiamo "senz a manitoba". Non scherzo!!! :-)

    RispondiElimina
  5. Ahahaha! Dani, il discorso è: la manitoba è la farina forte più facile da trovare. Arduo procurarsi la Caputo, la Rieper ecc. nei negozi "normali". :)

    RispondiElimina
  6. se tè o qualche d'uno sapesse indicarmi un riferimento x l'acquisto della caputo nel "torinese", cosa a cui gia' tempo fa' ho rinunciato... ringrazio anticipatamente! :-)

    FF

    RispondiElimina
  7. Prova a contattarli. Il sito dei Molini Caputo è questo:
    http://www.molinocaputo.it/

    RispondiElimina
  8. In compenso puoi comprare a Eataly quella del Mulino Marino.
    Macinata a pietra, bla, bla, bla....

    RispondiElimina
  9. naaaaa.... io sono un sofista della pizza!!
    e con tutto il rispetto delle materie prime utilizzate da eataly in fatto di impasto non lo ritengo "alla napoletana" anche se me la mangio almeno settimanalmente!! :-)

    RispondiElimina
  10. Uh, che bello! Un'altra sofista della pizza? Io ormai qui a Napoli frequento una pizzeria sola...

    RispondiElimina
  11. Rettifico: UN sofista della pizza...

    RispondiElimina
  12. Non so cosa usino a eataly o come facciano l'impasto, manco mi è piaciuta molto la loro pizza, però vendono la farina del mulino marino che è ottimo a prescindere.:-PPP
    Poi per la pizza usa quello che preferisci

    RispondiElimina
  13. ciao, questa è una cosina da fare...ah, credo che userò la farina del mulino marino, quella che a milano trovo da eataly, la uso da tempo per una pizza stupenda...

    RispondiElimina
  14. Giovanna, come faccio a fare la ciabatta senza impastatrice?

    RispondiElimina
  15. Ho dimenticato un'altra domnada: hai link su come fare e cuocere il pane nel forno a legna?

    Grazie

    RispondiElimina
  16. Mah!! leggendo su vari forum parrebbe di no, non basta l'olio di gomito !!!
    Per questo mi interessa il parere di Giovanna.

    RispondiElimina
  17. Infatti penso proprio che l'olio di gomito in questo caso sia insufficiente. E' un impasto talmente idratato che difficilmente prenderà forza se lavorato a mano. Non conosco terze vie tra l'impastatrice e l'olio di gomito, d'altronde ;-)
    Del forno a legna non so nulla. Non ne avrò mai uno, perciò evito di interessarmene; altrimenti so già che finirei per rischiare una denuncia costruendomene uno sul balcone!

    RispondiElimina